Racconti di viaggio dal mondo
Home Page        Tutti i racconti di viaggio pubblicati        Pubblica gratis il tuo diario 
 

Racconti di viaggio

Di Danilo Pontieri

Partenza il 31/12/08 da Fiumicino (Roma) con Alitalia
Ritorno il 03/01/09 da Francoforte
Soggiorno all’ Hotel Movenpick 4 stelle
Prenotato con Expedia l’ 8 dicembre 08
Costo del pacchetto totale: 585,85 valido per 2 persone

Quest’ anno decidiamo di passare un capodanno diverso dagli altri e sui vari siti internet valutando le varie offerte scegliamo Francoforte.Il pacchetto viaggi prenotato da Expedia è abbastanza economico e sicuramente all’ altezza per un week end di capodanno. Prima di partire ho contattato l’ ufficio del turismo tedesco per farmi inviare una cartina di Francoforte per potermi muovere bene e per studiare tutte le tappe da fare.
Partiamo già consapevoli e ben preparati sulle caratteristiche di questa cittadina tedesca: il primo fattore da tener presente è il freddo e le bassissime temperature che arrivano anche a -8, poi organizzatevi nel miglior modo possibile con gli spostamenti perché scesi dall’ aereo se non parlate tedesco o inglese siete persi. Se andate per un week end di capodanno non date per scontato che i ristoranti hanno sempre posto, già alle 16:30 del 31 era già tutto esaurito almeno nei ristoranti più in voga e quelli meno costosi. In valigia quindi mettetevi anche i doposci guanti di lana e cappello da neve perché ragazzi miei il freddo qui si fa sentire proprio.
La partenza da Fiumicino è alle 9:30 e la durata del volo è di circa 2 ore condizioni meteo ottimali. Arriviamo a Francoforte alle 12:30 e perdiamo un bel po’ di tempo per cercare il treno che ci dovrebbe portare all’ hotel. Nonostante è situato vicinissimo alla zona fiera dove fanno la fiera dell’ autosalone di Francoforte il point information non è in grado di darci le indicazioni dovute. Cominciamo quindi a confrontarci con gli altri ragazzi presenti sul posto ma non tutti hanno l’ hotel vicino al nostro. Alla fine prendiamo un treno che per fortuna ci porta nella zona del nostro albergo, poi un point touristic ci da le indicazioni e con 10 minuti scarsi arriviamo a piedi in hotel. L’ Hotel è un 4 stelle molto grande e si vede bene anche da lontano, situa circa a 15 minuti a piedi dal centro, 10 dalla stazione dei treni mentre la fermata metro è proprio davanti alla messe di francoforte (fiera) 400 metri. All’ ingresso veniamo accolti in modo normale e alla fine ci danno la scheda che ci permette di entrare in stanza. In generale è un hotel molto bello curato nei dettagli e soprattutto la stanza è veramente spaziosa e confortevole, i letti sono ampi mentre i cuscini sono dei sacchi di piume sgonfi. Non avendo prenotato in nessun ristorante nel pomeriggio ci facciamo un giro per capire dove mangiare. Fortunatamente nei pressi di una via di un ristorante abbiamo trovato una signora con trascorsi italiani che ci ha illustrato il parco ristoranti di Francoforte. Dopo averci parlato per circa 15 minuti decidiamo di andare a mangiare in un fast-food al centro per poi aspettare la mezzanotte a piazza romer. La maggior parte dei ristoranti facevano il menù fisso e l’ unico che avevamo trovato disponibile era un ristorante di alcuni italiani che la signora aveva chiamato per noi (davvero gentilissima). Il costo della cena si aggirava intorno ai 100 € a persona…. visto che noi non volevamo abbuffarci al fast food sub-way con 10 € abbiamo cenato. In ogni caso al centro ci sono numerosissimi fast food dove cenare con pochi euro e poi “divertirsi” per le vie del centro. Finito di mangiare già alle 22:00 si cominciano già a vedere e sentire fuochi d’ artificio e petardi… all’ avvicinarsi della mezzanotte si intensificano sempre di più ma qui il concetto di capodanno è un po’ distorto. Ad un certo punto abbiamo visto in piazza lanciare petardi e botti in genere ad altezza uomo e nonostante ci fossero persone con passeggini o bambini piccoli si sono viste scene e situazioni rischiose, infatti diverse ambulanze poi sono passate con le sirene. Alla mezzanotte c’ eravamo spostati a ridosso del fiume main vicino al ponte eisernersteg. Il freddo e i botti sono i protagonisti della notte, anche se devo essere sincero aluni fuochi d’ artificio erano molto belli!
Dopo la mezzanotte si cominciano ad incontrare ubriachi e gente che continua a fare casino. Nelle strade ci sono ancora fast-food aperti e tanti furgoncini che vendono ciambelle wuster panini e birra spumante ed una bevanda calda simile al vin brulè.Noi decidiamo di rientrare in hotel per non rischiare.

01/01 Visita della città

Facciamo colazione alla stazione dove ci sono tantissimi posti dove mangiare, noi ne scegliamo uno a caso e prendiamo il classico panino col wuster e fettina panata fritta (una mattonata indigeribile ma buona!!!). Oggi è tutto chiuso e la temperatura si fa sentire, proprio per questo motivo sfruttiamo il momento per fare le foto ai monumenti ed ai tanti posti belli da fotografare. Sulla cartina c’è proprio un percorso fatto veramente bene per visitare monumenti e per fare lo shopping. Iniziamo subito dal palazzo dove ospita la Banca Centrale Europea dove c’è il grande simbolo dell’ euro, giusto il tempo di farci qualche foto e poi continuiamo l’ itinerario passando davanti al teatro dell’ opera dove c’è una piazza che è stata attrezzata con del ghiaccio per pattinare con molte luci che creano atmosfera, il teatro dell’ opera è un grande palazzo bello. Da qui ci spostiamo verso piazza romer fulcro della città, infatti per arrivarci si notano tutti i grattacieli, chiese e case tipiche del posto tutto concentrato in pochi chilometri. Probabilmente questa particolarità fa si che Francoforte è una città che permette di vedere molto in poco tempo. Per arrivare a piazza romer passiamo nella via Neue Krame dove ci sono tantissimi negozi, fast food e bar, proprio qui c’è il bar la perla prettamente italiano ma per nulla accogliente, visto che ordiniamo una cosa e ce ne portano un’ altra,il tè è senza limone perché non ce l’ha (impossibile), il conto arriva dopo svariato tempo e il resto non è giusto…. Capisco tutto ma visto che parla italiano mi aspettavo un trattamento diverso. Meglio infatti i tanti illy caffè, star bucks, hageen dazs e i tanti bar tedeschi presenti. Ci facciamo un rapido giro per fotografare tutte le chiese molto belle e la bellissima piazza romer. Da li è un’ attimo passare sulla sponda del fiume main, dove c’è il ponte di ferro Eiserrnersteg dove facciamo tante foto. Vista la stanchezza e il tanto freddo facciamo una sosta ad un hageen dazs dove prendiamo una cioccolata calda buonissima. Ci riposiamo in albergo e per cena decidiamo di provare uno dei tanti ristoranti presenti Maredo (il nostro è vicino p.zza romer). Il Maredo è una catena di ristoranti spagnola dove però si può mangiare di tutto. Nel menù è presente il self service di insalata illimitata a soli 6,20€ (non ci sono posti dove mangiare insalata migliore). Altrimenti ci sono tantissime varietà di carni e ottimi menù dove il rapporto qualità prezzo è davvero ottima e lo consiglio vivamente se volete alternative al cibo tradizionale tedesco fritto. Ritorniamo in albergo per riposarci visto che domani tra centri commerciali, musei e negozi ci sarà molto da vedere.

02/01 Visita ai negozi, centri commerciali, Main Tower e le chiese

Oggi sembra fare meno freddo ma è solo un impressione, infatti dopo qualche minuto si cominciano a vedere i fiocchi di neve. Oggi la colazione è più curata e ci fermiamo ad un corner caffè sulla Bockenheimer Strade dove degustiamo un cappuccino, un latte macchiato (attenzione perché c’è molto caffè) e prendiamo 1 cornetto normale e 2 al cioccolato totale 10,50 €. Proseguiamo sulla via perché da qui fino alla Zeil è tutta una via con tantissimi negozi di tutti i tipi. Visti i negozi e il grande centro commerciale Galeria di 8 piani andiamo a visitare il Main Tower. Il costo è di 5 € o 3,50 se si è studenti universitari (portatevi la tessera universitaria). All’ ingresso c’è l’ ascensore che sale fino all’ ultimo piano, l’ effetto è lo stesso che si prova in fase di decollo. Tenete presente che la torre è alta 200 metri ad è all’ aperto quindi valutate bene, posso dirvi che si vede tutta Francoforte ed è un panorama stupendo, nel caso in cui ci dovesse essere il sole anche meglio. La visita dura in tutto 10-15 minuti poi dipende dalle foto che fate. Scendendo ci dirigiamo verso i negozi di souvenir situati a piazza romer dove compriamo le solite cose. A pranzo andiamo in uno dei tanti fast-food tedeschi dove ci sono panini e dolci a volontà molto buoni. Anche i panini con i wuster sono davvero ottimi anche se io li ho presi senza salse. Fatte le foto e visitato tutto il centro ritorniamo in albergo prendendo questa volta la metro. La metro è un po’ complicata ma una volta capita ci si muove bene, ed è chiamata “U” con il numero vicino che ne indica la corsa. C’è anche il tram ma noi non lo prendiamo in considerazione. La sera decidiamo di andare a mangiare qualcosa al Ristorante italiano Raffaello nella Neue Krame vicino piazza Romer. Il personale ed il proprietario sono italiani e quindi ci sentiamo sicuri. Decidiamo di prendere un antipasto misto di verdure 7,50€ (che non è un gran che visto il prezzo), poi prendiamo una bottiglia d’ acqua naturale 4,90 € (un furto pazzesco), una pizza capricciosa 8,80€ (non è come la nostra pizza capricciosa, peccato perché il pizzaiolo è italiano) e tagliolini con tartufo ripassati nella forma di grana 12,50€ (buoni e molto saporiti). Finita la cena prendiamo anche un amaro Ramazzotti 3,10€ (credevamo che ce l’ offrisse). Tutto sommato devo dire che se avete voglia e bisogno di pasta allora andateci, altrimenti lasciate perdere, meglio un panino al fast food più economico e soddisfacente!!!
Finita la cena ci facciamo una passeggiata davanti la borsa di Francoforte, una delle più importanti d’ Europa. Nella piazza ci sono un orso e un toro e di sera non c’ è nessuno e quindi si possono fare le foto. Da qui poi passiamo di nuovo davanti l’ opera per poi ritornare in albergo in metro.

03/01

Ci svegliamo per le 9:00 per prepararci le ultime cose e lasciare l’ albergo. Alla stazione facciamo colazione (meglio dei bar presenti in aeroporto) e poi prendiamo il treno che ci porta all’ aeroporto principale dove ci attende il volo di ritorno. Una nota positiva all’ Alitalia ed al suo personale che sono stati eccezionali.
Conclusioni:
Francoforte risulta essere una città molto più accogliente di quanto uno si possa immaginare, il centro è davvero molto particolare e vario, il moderno entra in sintonia con il classico e crea un atmosfera tecnologica e romantica. Bastano 3 giorni per vederla con calma e godersi anche l’ atmosfera. Io personalmente non ho visitato tutti i posti che la cartina indica, comunque se volete posso darvi poi ulteriori informazioni. Il costo della vita qui è molto alto, basti pensare che la Zeil è la via dove c’è il più alto fatturato della Germania e che il reddito medio delle famiglie si aggira intorno ai 74.000€ (fonti prese d a una guida). Un consiglio che vi do è fare sempre il biglietto anche per una sola fermata perché non ci sono controlli o tornelli ma se vi “beccano” sprovvisti di tagliando regolare la multa è di 600€!!!
Per qualsiasi info: lillo06@deejaymail.it

Il Viaggio Fai da Te - Hotel consigliati a Francoforte


Home Page        Tutti i racconti di viaggio pubblicati        Pubblica gratis il tuo diario 



© E' vietata la riproduzione delle immagini e dei racconti pubblicati su Quaderni di Viaggio senza l'esplicito consenso degli autori. Se volete utilizzare o distribuire, anche in parte, il contenuto di questo articolo potete farne richiesta. I nomi degli autori e gli indirizzi di posta elettronica sono reperibili nella sezione
"Tutti i racconti di viaggio pubblicati".