Breve viaggio nelle Repubbliche Baltiche

di Virna – 

Viaggio dall’1 al 10 luglio attraverso le capitali del’Estonia, Tallinn, della Lettonia, Riga, e della Lituania, Vilnius.
Volo Torino-Monaco – Monaco-Tallinn. Ritorno, Vilnius-Francoforte – Francoforte-Torino 444 euro a testa
Trasferimenti interni in bus di linea: Tallinn- Riga con Ecolines (www.ecolines.ee) acquistati e prepagati su internet 13.40 euro a testa
Riga – Vilnius con Eurolines (ww.eurolines.ee) 19 euro a testa.
Hotel solo prenotati dal sito venere.com, con possibilità di annullamento o modifica e pagamento sul posto:
Go hotel Shnelli – Tallinn – 49 euro a notte doppia con prima colazione a buffet
Line Hotel – Riga – 55 euro a notte doppia con prima colazione a buffet
Comfort Hotel – Vilnius 42 euro a notte doppia con prima colazione a buffet
Spesa per trasporti urbani cene, musei etc…350 euro circa
Spesa complessiva del viaggio 1.700 euro circa, in due.

Abbiamo utilizzato la guida della Lonely Planet che è del 2009 ed andrebbe aggiornata.

Valute:
In Estonia dal 1 gennaio 2011 è in vigore l’Euro
Lettonia – 1,00 LVL Lettonia Lati = 1,41005 EUR
Lituania – 10,00 LTL Lituania Lita = 2,89620 EUR

Il viaggio, due persone, era stato organizzato in modo tale da dedicare 2 giorni e mezzo ad ogni capitale con piccole escursioni in località vicine ma interessanti, purtroppo la cancellazione, da parte di Lufthansa del volo per Monaco la sera dell’1/07 e la nostra partenza solo il giorno successivo, con arrivo a Tallinn verso le 18 del 2/07, hanno un po’ limitato la nostra visita in Estonia. Per fortuna, grazie ad una mail per spiegare il nostro non arrivo l’1/07 sera, il Go Hotel Shnelli non ci ha addebitato la stanza per quella notte.

TALLINN
La parte vecchia della città di Tallinn è una vera delizia medievale. Ristrutturata benissimo e racchiusa tra le sue mura è facile e divertente da girare anche senza una guida. I palazzi più importanti hanno il simbolo che li identifica come monumenti nazionali. Il fulcro della città è la piazza del municipio Raekoja plats , dove la sera si ritrovano musicisti e ragazzi che propongono le loro esibizioni. La pulizia delle strade, anche le più frequentate, è impressionante. Le viuzze lastricate di pietre sono piene di ristoranti e birrerie. In estate grazie alle tante ore di luce, il sole tramonta verso le 23.30, se i piedi reggono la fatica si possono vedere tantissime cose. Noi siamo andati a piedi fino al castello e relativo parco di Kadriorg, Visita dal castello, carino, 4,20 euro. Da vedere, lì vicino il Museo di arte moderna ed estone il Kuma, 5,50 €. Da Kadriorg con i bus 1A o 34 o 38° si va alla spiaggia di Pirita, frequentata dagli abitanti di Tallinn, il mar Baltico è ….freddino…ma la spiaggia è bella e ben attrezzata. Il biglietto del bus costa 1€ a corsa. Per l’abbonamento 24 ore, 4 €.
A Tallinn ci sono due stazioni di bus, quelli locali, la cui stazione principale è sotto il centro commerciale Viru Keskus e quella degli autobus che fanno tragitti più lunghi, che è un po’ fuori dal centro, da qui noi prendiamo il Bus dell’Ecolines, per Riga. Dall’hotel ci si arriva comodamente col tram n.2 e scendendo alla fermata Autobussijaam.

Go Hotel Shnelli è un moderno budget hotel di 8 piani appena fuori dalla città vecchia, che si raggiunge in 5 minuti percorrendo un piccolo parco, ha stanze confortevoli ed abbastanza ampie. Il corridoio divide le stanze verdi, che danno sulla strada, da quelle blu che danno sulla ferrovie e sono un po’ più rumorose. Più che buona la colazione a buffet che si fa in un edificio adiacente a cui si arriva da una passerella, con salumi formaggi, uova, pudding, marmellata etc. Per arrivarci dall’aeroporto si prende il bus 2 fino alla fermata Keskturg e poi il tram n.2 fino a Balti Jaam.
Ristoranti Tallinn:
Karja Kelder, il pub più vecchio di Tallinn, recita una targa al fondo della scalinata di accesso. Poco appariscente, perché privo di dehor, si trova infatti in una specie di cantina. E’ una birreria ristorante frequentata dalla gente del posto. La scelta è tra diversi piatti tra cui gli stuzzichini caldi e freddi da gustare con le ottime birre e piatti unici di carne o pesce. I prezzi sono un po’ più bassi rispetto agli altri locali del centro. Si cena con 10-15 euro.
Beer House, Birrificio-birreria, è a due passi dalla piazza principale di Tallinn, producono 7 tipi diversi di birra, eccellente quella al miele, che si possono assaggiare tutte per 20 €. Propone piatti a base di carne, maiale e pollo o pesce, trote, salmone, aringa. Lo stinco, veramente grande, viene proposto per due persone. Piatti sui 10-13 €, fino i 18,50€, dello stinco.



RIGA
Le 4 ore e ½ del tragitto Tallinn-Riga passano velocemente guardando il bel panorama fatto di foreste, campi coltivati e piccoli villaggi. Il bus, con bagno e trasmissione di filmati musicali è basic ma confortevole. La stazione dei Bus è vicina a quella ferroviaria a due passi dal grande Mercato Centrale, (da vedere) che si estende dentro e attorno gli enormi hangar dello Zeppelin risalenti agli anni ’30. L’hotel Art Lane non è lontano ma non conoscendo ancora la città preferiamo prendere un autobus(costo 0,50 Lv a corsa). Anche Riga, città pulitissima anche il mercato ortofrutticolo non ha una buccia in terra, si gira tranquillamente a piedi la città vecchia, dove ci sono bellissimi palazzi tipici dell’architettura tedesca delle città della lega anseatica, è stata ben restaurata e offre tanti scorci suggestivi. Un grande parco e Il Monumento alla Libertà divide simbolicamente la città vecchia da quella nuova che è un vero gioiello dell’art nouveau. Percorrere vie, come Elizabetes iela e Alberta iela è come tornare indietro nel tempo. Interessanti il Museo allestito nella “case delle teste nere” e quello che ripropone l’interno di una casa art nouveau. Ma forse un po’cari per quel poco che propongono (circa 6 €. Il primo e 3 il secondo).
La sera i numerosi bar con dehor offrono musica dal vivo e la piazza del duomo si trasforma in un enorme birreria, stile oktoberfest, all’aperto.
Ps. Se decideste di comprare della birra in un supermercato fatelo prima delle 22, alcuni chiudono alle 23, perché dopo quell’ora non possono più vendervela.
Noi abbiamo anche fatto una gita nella vicina spiaggia di Jurmala che comprende una serie di piccole cittadine e località di villeggiatura e che si estende per 20 km lungo la costa a ovest di Riga. Piacevole posto di relax, molto amato dai russi, offre, ristoranti, bar, negozi, spa, la spiaggia libera è comunque ben attrezzata. Per i più temerari un bel tuffo nel mar baltico è da provare.
Ci si arriva sia in minibus che in treno, mezz’ora circa, al costo di 1,10 Lv .
Viste le abbondanti colazioni offerte dagli hotel spesso, a pranzo, abbiamo mangiato solo frutta. Ciliegie, fragole e frutti di bosco, sono ottimi e di produzione locale.

Art Hotel Laine – E’ nella parte nuova della città, si accede da un cortile ed è all’interno di un caseggiato di cui occupa dal 3° piano in su. Stanza ampia e tranquilla con bagno grande discretamente arredata wifi libero in tutto l’hotel, basta chiedere la password alla reception. Buona la colazione a buffet con cibo, in prevalenza, salato.

Ristorante Citi Laiki – Un po’ fuori dalla città vecchia in una bella casa in legno del 19° secolo c’è questo caratteristico pub/ristorante poco frequentato dai turisti. Piatti tipici lituani gustosi e buoni con prezzi dai 4 ai 15 euro. Buona varietà di birre e personale molto gentile.

Ristorante self service Lido Vermanitis – I ristoranti Lido sono una catena di 8 self service sparsi per il centro di Riga. Essendo selfservice danno la possibilità di vedere e quindi scegliere quello che si vuole mangiare, cosa non da poco. La scelta è ampia il cibo buono ed ad un ottimo prezzo.

VILNIUS
La tratta Riga – Vilnius, anche questa di 4 ore ½ circa, l’abbiamo fatta con un nuovissimo e super accessoriato autobus della Eurolines. Poltrone molto comode, wifi libero per tutto il tragitto e bevande calde, caffè, the, cappuccino, etc, gratuite. Una vera pacchia. Anche in questo percorso il panorama era un susseguirsi di prati, boschi, campi coltivati…. Molto rilassante.

Vilnius, una bella città barocca, colpisce per la gran quantità di chiese, campanili e parchi, che d’estate si animano fino a tardi grazie ai numerosi chioschetti e musica dal vivo. Come per le altre due capitali è bello girovagare senza meta tra le viuzze del centro storico per scoprirlo senza fretta.
Da non perdere una visita alla ”res publika di Uzupio”, che è un quartiere di Vilnius ma anche una repubblica con il suo inno, la sua costituzione, la sua bandiera basta attraversare il ponte, che taglia il fiume Vilna e ci si ritrova ai piedi della collina, in quello che una volta era un quartiere degradato e che adesso ospita artisti ed intellettuali. Il degrado non è ancora sparito del tutto ma il posto è carino.
Consiglio una gita alla vicina penisola di Trakai, sull’omonimo lago, una mezz’ora di treno da Vilnius, per vedere il bel castello e fare delle belle passeggiate. (costo del treno 6,20 LT = 1,80 €)

A Vilnius abbiamo dormito all’hotel Comfort, a due passi dalla stazione dei treni e dei bus e da centro. La stanza che ci avevano assegnato la prima notte era veramente minuscola e rumorosa, abbiamo quindi chiesto di cambiarla. La seconda era ampia e dava sul cortile ma il bagno era sempre lillipuziano. Credo che questo hotel abbia in maggior parte stanze piccole. Colazione a buffet non particolarmente varia ma sufficiente.

Ristorante Cili Kaimas – Fa parte di una catena di ristoranti, ci sono anche a Riga, che offre cucina locale e non con un buon rapporto qualità prezzo. Locali ampi ed arredati con particolari simpatici, bollitori del the trasformati in lampade, galline vive chiuse in recinto etc… piatti dai 2 ai 15 euro. Ottime le birre

Birreria Dundulis , Stepono gatvè, 2/Pylimo gatvè – Tipica birreria lituana frequentata da gente del posto, vicino ad una piazzetta con un simpatico uovo Fabergè gigante come monumento. Il menù è solo in lituano ma si riesce ad ordinare con un po’ di inglese e qualche segno. Tromboni, trombe e corni in ottone lucente fanno parte dell’arredamento. Abbiamo speso 34 LT = meno di 10 euro per 2 birre grandi e 2 piatti con spiedini di maiale patate e verdure miste, ottimi!

Ristorante Tores – E’ situato nella repubblica di Uzupis e vanta una vista superba sulla città. È aperto dall’ora di pranzo in poi. I piatti a base di maiale o pollo non sono niente di particolare e i prezzi nella norma. I camerieri un po’ distratti e svogliati. Due birre e due secondi, un po’ scarsi di quantità, 62 LT = circa 18 euro. Da preferire per bere una birra ammirando il panorama piuttosto che per cenare.

Conclusioni

Queste tre città, indubbiamente belle, sono da visitare e, avendo tempo, sarebbero da visitare anche le rispettive nazioni per averne un quadro più complessivo ed approfondito.
Ci è sembrato, vedendo le moltissime auto di grossa cilindrata ed i negozi con prezzi decisamente alti che vogliano mettersi velocemente al passo col resto dell’Europa anche se, forse, non ne hanno ancora i mezzi. I presupposti ci sono, c’è voglia di fare, disponibilità, gentilezza, rigore, intraprendenza. I prezzi, al momento, sono ancora quindi non bisogna aspettare troppo per andarci.

Altri viaggi e foto sul sito di Virna: www.virna.it

Il Viaggio Fai da Te – Hotel consigliati in Estonia
Autonoleggio – Noleggio Auto Low Cost in Estonia, Lettonia e Lituania
 
Commenti

Nessun commento