Isola di Brac

di Giancarla –
Quest’estate la meta è la Croazia e precisamente l’isola di Brac (Brazza). La distanza non è pochissima ma quando si è in ferie ma bene tutto. L’isola di Brac è la terza dell’Adriatico e la sua fama è dovuta al marmo bianco con cui sono stati costruiti tra gli altri il Reichstag di Berlino, la Casa Bianca a Washington, e il Palazzo di Diocleziano a Spalato e per quanto riguarda il turismo dal suo famoso Corno d’Oro che fa bella mostra nelle riviste di viaggi.

25 luglio – Partenza da Monfalcone alle 4.30 del mattino, per evitare di trovare troppo traffico, arrivo a Trieste e recupero Ilaria e Antonella, carichiamo tutti i bagagli e via si parte per quest’isola della Croazia famosa per il suo “corno d’Oro” pubblicizzato in tutte le riviste di turismo della Croazia. Per fortuna traffico molto scorrevole , passiamo il confine di Pesek ed entriamo in Slovenia (da questo lato non si corre il rischio di incrontrare autostrade o superstrade slovene che hanno l’obbligo del pagamento del bollino autostradale).
Entriamo in Croazia, cambiamo gli euro in kune e prendiamo l’autostrada che ci porterà fino a Spalato per poi prendere il traghetto per la nostra meta, Arriviamo a Spalato e prendiamo il traghetto delle 12.45 (costo 140 Kune la macchina + 30 Kune a persona), dopo 50 minuti approdiamo a Brac e precisamente a Supetar (San Pietro) e ci dirigiamo verso Bol dove abbiamo prenotato l’appartamento tramite www.apartmani-hrvatska.com.
La strada che ci porta a Bol è come tutte le strade delle isole della Croazia; stretta e tutta curve, comunque quando si comincia a scendere verso Bol il panorama merita la “fatica”.
L’appartamento di trova in una zona vicina al centro del paese in Via Ivana Mazuranca 8, noi abbiamo pagato l’affitto per una settimana 525 euro quindi 175 euro a testa…non male vero?!?.
Arriviamo e la gentile proprietaria e suo figlio ci accolgono con un fresco succo d’arancia e un bicchierino di nocino fatto in casa…. alle 2 del pomeriggio e a stomaco vuoto non è proprio il massimo, ma accettiamo volentieri; bene ci sistemiamo e scendiamo subito al paese a fare una prima perlustrazione.
Il paese di Bol è forse il più turistico anche perché lì che abbiamo il famoso Corno d’oro, facciamo una passeggiata attraverso il porto e ci fermiamo per un primo rinfrescante bagno in quest’acqua cristallina.
Primo aperitivo ad apertura della nostra vacanza croata.
Rientriamo in appartamento e dopo una rigenerante doccia ci prepariamo per andare a cena, optiamo per il Ristorante Podrum (spesa totale 426 Kune). Piccolo giro per il paese e poi andiamo a riposarci.

27 luglio – Oggi per iniziare piccolo giro per il centro del paese con tutte le sue case in pietra: la pietra bianca di Brac, con la pietra di Brac e stata rivestita la Casa Bianca e il Palazzo di Diocleziano a Spalato. Facciamo colazione al bar Varadero , un po’ di spesa e poi via a vedere il famoso Crono d’Oro ossia Zlatni Rat. Il parcheggio è a pagamento, 40 Kune. Attraversiamo la pineta ed eccoci alla spiaggia più famosa di Brac e forse anche della Croazia vista la particolarità della sua forma che si estende in verticale rispetto alla costa e cambia un po’ forma a seconda dei venti e delle maree. Il questo punto essendoci anche parecchio vento è il posto ideale per gli amanti del wind surf e kite surf. Scendiamo alla spiaggia che da un lato è naturista, e non ci resta altro che tuffarci in queste acque cristalline. Splendido!!!
Dopo una bella giornata di mare rientriamo in appartamento e ci prepariamo per la cena, questa sera andiamo da Pumparela, sul porto (409 Kune sempre da divedere per tre ossia 136 a testa equivalente a circa 20 euro). Ancora una passeggiata e poi andiamo a bere qualcosa al bar Marinero.

28 luglio – Oggi decidiamo di andare a Murvica, la si raggiunge attraverso un strada sterrata dove ci sono dei punti panoramici da togliere il fiato. Arriviamo alla fine della strada dove parcheggiamo e proseguiamo a piede per arrivare a delle baie veramente splendide con i colori del mare che vanno dall’azzurro al blu al verde a seconda della luce del sole. Verso le 17.00 decidiamo di rientrare e ci dedichiamo ad un giro di shopping….Stasera cena al Moby Dick, locale veramente carino con un bel panorama sul porticciolo (126 Kune a testa)



29 luglio – Oggi dopo una buona colazione a casa e perché no anche al bar (caffè Illy) andiamo sul lato opposto dell’isola a vedere la baia di Lovracina, segnalata dalle guide, a dir la verità non merita proprio: i colori del mare non hanno nulla a che vedere con quelli dell’altro versante e anche la spiaggia non è il massimo, decidiamo quindi di rientrare e visitare i paesino di Skrip, il più vecchio dell’isola,sembra un paese abbandonato comunque molto carino con le sue case di pietra, pure i tetti sono in pietra, e appena parcheggiato la macchina ci avvicina una signora che ci porta nella sua casa per venderci olio e vino… non si può non comperare… bene facciamo un giro per il paese e poi ritorniamo alla “nostra” Zlatni Rat. Nel pomeriggio facciamo uno spuntino alla Konoba Mali Ray che è proprio sopra la spiaggia, posticino veramente carino, ancora un po’ di sole e di mare e ritorniamo all’appartamento. Stasera proviamo la pizza alla Pizzeria Skalinada e devo dire niente niente male (70 kune a testa)

30 luglio – Oggi decidiamo di andare nella spiaggia dopo il Monastero Dominicano, passiamo la prima spiaggia e raggiungiamo la zona naturista, anche qui colori del mare sono meravigliosi, verso le ore più calde decidiamo di andare a fare uno spuntino all’Isola degli Artisti, localino molto carino proprio sul mare e ci godiamo questo mare davanti ad un piattino di formaggio e prosciutto locali annaffiati con un po’ di vino bianco. Ok ritorniamo alla spiaggia…oggi fa molto caldo, forse da questa parte c’è meno vento…ancora un po’ di sole.
Stasera torniamo a cena da Podrum (126 Kune a testa), solito giro al porticciolo e poi a nanna .

31 luglio – La mattina la dedichiamo allo shopping, poi solito mare….che fatica!!! E dopo il mare optiamo per un aperitivo al Varadero e stasera cena da Mali Ray (385 kune in tre), la konoba sopra il corno d’oro.

1 agosto – Ultimo giorno…colazione con il nostro caffè Illy e questa ultima giornata la dedichiamo al Corno d’Oro e ci godiamo anche un bellissimo tramonto…peccato che le cose belle durano sempre poco…Stasera cena alla Konoba Mlin (436 Kune), forse paghiamo un po’ di più ma devo dire ottima!!
Ultima passeggiata al porticciolo, ultimo sguardo ai negozietti, purtroppo domani di parte.

2 agosto – Partenza, prima un ultimo caffè ed un ultimo sguardo al porticciolo…bene si va…riusciamo a prendere il traghetto delle 14.00 e fino a qui tutto bene…purtroppo troviamo coda in autostrada per ben due volte e perdiamo un paio d’ore… del resto siamo il 2 agosto altissima stagione ed era da preventivare…

Cosa dire…hvala Croazia, hvala Brac, hvala Bol

Il Viaggio Fai da Te – Autonoleggio Low cost in Croazia

 

 
Commenti

Nessun commento