In camper a Capo Nord

di Massimo Sica – 
8 agosto – Partiamo alle ore 3:45 per la prima tappa, Monaco di Baviera. Per rendere meno traumatico il viaggio al gatto, gli diamo le gocce che hanno un effetto troppo calmante al punto che non gliele daremo più per il resto del viaggio. Per il cane, come al solito nessun problema. Ci fermiamo dopo Firenze per il primo rifornimento, troviamo code al Brennero e arriviamo al Campingplatz München Thalkirchen alle 19. Il campeggio è molto bello e funzionale anche se è molto affollato, è servito dal bus per raggiungere il centro.Questo racconto è anche disponibile per il downoload in formato pdf

9 agosto 2015 – Visita delle pinacoteche di Monaco che non eravamo riusciti a visitare a Natale.

Visitiamo solo la La Alte e la Neue Pinakothek, le troviamo molto belle, sopratutto la Neue che nel percorso finale ospita gli impressionisti. La Moderne la visiteremo alla prossima occasione. Dopo un pranzo frugale partiamo alle ore 15 per arrivare a Berlino alle 23, dopo 8 ore, per traffico ed incidenti; è bollino nero anche in Germania!

Sostiamo fuori l’area di sosta, su un viale, in compagnia di altri camperisti.



10 agosto 2015 – Ci sistemiamo nell’area di sosta che troviamo ottima per la posizione rispetto al centro città che raggiungiamo con la metro. Passiamo per il Bundestag, la porta di Brandeburgo, Posdamerplatz, Alexanderplatz, il cimitero ebraico e il mitico muro di Berlino.



11 agosto 2015 – Dopo le consuete operazioni di carico e scarico, alle 9:30 partiamo alla volta di Copenaghen. Ci incontriamo con gli amici al porto di Puttgarden alle 14 per prendere poi la nave per Rodby (Danimarca) delle 14:45. Arriviamo all’area di sosta di Copenaghen alle 18:00, ci sistemiamo ed andiamo in centro a piedi cercando di raggiungere il parco Tivoli ma arriviamo quand’ormai è già chiuso e così ritorniamo ai camper per dormire.



12 agosto 2015 – Prendiamo il bus turistico, offerto dal gestore dell’area, per il centro alle 8:45 e visitiamo la città non facendoci mancare la visita alla sirenetta. Ci troviamo poi al palazzo reale per il cambio della guardia di mezzogiorno. Continuiamo la visita della città provando anche la specialità danese: lo smørrebrød (fettine di pane nero di segale, imburrate e arricchite di pezzetti di pesce, con una salsina aromatica). Visitiamo poi Cristiania, quartiere autogestito e dinuovo il centro. Rientriamo col bus delle 18 e partiamo per il castello di Gripsholm solo dopo le operazioni di carico e scarico. Attraversiamo il ponte Oresund lungo ben 8 km pagando il pedaggio di 750 corone danesi pari a 102,50 euro. Al di là del ponte ci fermiamo per il controllo alla frontiera svedese, ci chiedono il passaporto per gli animali che abbiamo preparato mesi prima della partenza. Tutto OK, proseguiamo per la meta fermandoci in area di sosta alle 23:30 presso Varnamo.



13 agosto 2015 – Ripartiamo alle 5:30 per raggiungere il castello di Gripsholm alle 10:30. Visitiamo il castello che troviamo bellissimo, ci colpisce molto la percezione dei colori all’esterno, risultano abbaglianti, di una nitidezza insolita per noi. Dopo aver pranzato velocemente nel parcheggio del castello, alle 14:30 partiamo per arrivare alle 16 nell’area di sosta di Stoccolma. Nonostante avessi prenotato per due notti nell’area sull’isola di Langholmen, per un disguido ci chiedono di spostarci in un’altra area poco distante ma meno suggestiva, offrendoci lo sconto per scusarsi. Da subito io e Antonio facciamo conoscenza di questa meravigliosa città girandola in bici.



14 agosto 2015 – Con i mezzi pubblici raggiungiamo il museo della fotografia, meta obbligata per gli studi di Giulia, poi in centro assistiamo al corteo del cambio della guardia e raggiungiamo il museo Vasa dove ci incontriamo con gli altri non interessati alle foto. Il museo è dedicato al vascello. Dopo aver pranzato a base di hot dog, continuiamo la visita della città passando per il palazzo reale per raggiungere poi il quartiere Gamla Stan. Rientriamo per la cena alle 19 ed incontriamo una coppia di camperisti che ci scoraggia a proseguire per capo nord proponendoci di tagliare da Lumea per Narvik, noi ci pensiamo appena ma poi convinti a non tradire lo scopo del nostro viaggio proseguiamo senza indugio.





15 agosto 2015 – Partiamo alle 6:15 e ci fermiamo prima di Umea per pranzare velocemente. Raggiungiamo poi Gammelstad alle 19:30 dopo ave accopagnato Michele all’ospedale per un controllo. Il villaggio della chiesa di Gammelstad è Patrimonio dell’umanità dell’UNESCO, si trova su di una piccola isola nel delta del fiume Lule. Al suo centro si trova una chiesa del XV secolo, intorno alla quale sono state costruite 424 abitazioni in legno il cui scopo era quello di ospitare i fedeli che non sarebbero stati in grado di rientrare nelle proprie case prima del tramonto. Passiamo la notte insieme ad un equipaggio di Perugia che incontreremo di nuovo a Caponord e a Geirangerfjord.


16 agosto 2015 – Partiamo alle 8:15 per arrivare alle 12 a Rovaniemi per salutare Babbo Natale e farci la foto di rito. Da qui passa il circolo polare artico, il tempo meteorologico e la scritta in italiano rendono poco credibili le foto che immortalano il nostro passaggio!!! Ripartiamo alle 15 per Inari, continuiamo ad incrociare le renne che spesso ci costringono a fermarci per farle passare, i veicoli sono sempre meno frequenti e le strade risultano molto piacevoli da percorrere. Dopo 315 Km e qualche sosta, arriviamo alle 19 al campeggio che ci ospiterà per una breve sosta ristoratrice.



17 agosto 2015 – Partiamo alle 10:30 per l’ultima tappa, mancano 420 Km per la meta, abbiamo percorso 4510 km, il tempo è ancora meraviglioso e anche se stanchi, siamo tutti di buon umore per lo splendore del tragitto che ormai da 10 giorni stiamo percorrendo. Percorriamo il lungo tunnel ‘Nordkapptunnelen’ di 6870 m con una pendenza di 10° che passa sotto l’oceano scoprendo solo dopo che non è più a pagamento. Poco dopo arriviamo alla meta, paghiamo il parcheggio e ci sistemiamo in posizione panoramica, siamo tutti molto emozionati per la enorme suggestione che il luogo emana, brindiamo per l’evento e poi in giro a smaltire la forte carica emozionale che ci troviamo addosso per aver raggiunto la meta dei nostri sogni. Poi shopping e un po’ di riposo ad ammirare un fantastico tramonto a partire dalle 10 di sera fino all’una di notte quando abbiamo lasciato i nostri due ragazzi a trascorrere la notte in questo meraviglioso scenario. Noi stanchi morti siamo andati a dormire per risvegliarci il mattino dopo con uno scenario completamente cambiato ma adatto al luogo che appena poche ore prima sembrava irreale. Nota di colore col sapore di paranormale: di lato c’è la tabella di marcia preparata mesi prima della partenza e lo scontrino del parcheggio, peccato per solo 2 min. !!!!!!




18 agosto 2015 – Partiamo alle 10:30 per Sorstraumen, per percorrere 380 km impieghiamo 8 ore, facciamo sosta per il pranzo presso Skaidi e proseguiamo fino a Sorstraumen dove ci fermiamo in un’area di sosta. Proviamo a pescare ma senza successo.



19 agosto 2015 – Partiamo alle 8:50 ed arriviamo a Tromso alle 14:30, prendiamo due traghetti e ci sistemiamo in parcheggio a pagamento con carico e scarico. Dedichiamo il pomeriggio alla visita della città che trovo molto bella. La cittadina, definita di frontiera tra il mondo e il nulla, non da l’impressione di disagio che noi pensiamo si possa vivere a 350 km sopra il circolo polare artico, è una graziosa cittadina che si può scegliere per poterci vivere. Mi incuriosisce molto vederla d’inverno! Qui si verifica il fenomeno del sole di mezzanotte d’estate e della lunga notte d’inverno. Ceniamo nell’area e proviamo a pescare ma ancora senza successo, tra un po’ saremo ben ripagati per la pazienza!



20 agosto 2015 – Partiamo alle 6:15 per le Lofoten, prendiamo ancora due traghetti, facciamo una breve sosta per il pranzo a Svolvær, passiamo per la spiaggia bianca di Ramberg ed arriviamo ad Å alle 17. Prima di cenare ci azzardiamo anche a fare il bagno, dopo il tuffo di Antonio e Giovanni, non posso fare a meno di tuffarmi e mi segue anche Mia nell’acqua gelida del mare di Norvegia.


21 agosto 2015 – Partiamo da questo meraviglioso paesino Å per prendere la nave che da Moskenes ci porterà a Bodo per continuare l’inevitabile discesa verso casa. Il traghetto parte alle 14 per arrivare alle 17:30. Nell’attesa prendiamo i primi pesci che preannunciano quella che sarà la più grande pescata della nostra vita. Sbarcati a Bodo percorriamo solo 30 km per fermarci a Saltstraumen per assistere al gorgo più potente del mondo visibile quando la marea cerca di riempire il Skjerstadfjorden. La differenza di altezza tra il livello del mare e il fiordo interno può essere fino a 1 metro e questo provoca l’enorme vortice. Proprio qui abbiamo preso questo bel merluzzo nero ed altri pesci che rivedremo in seguito.

22 agosto 2015 – Sveglia alle 7 per continuare la pesca ma i pesci a quest’ora dormono e alle 10, dopo aver comprato esche alla coop, ci mettiamo in viaggio per Mosjoen percorrendo una bellissima strada. Ci fermiamo per il pranzo al circolo polare artico. Poco prima di Mosjoen chiediamo informazioni per un bel posto sul mare e deviamo per Sandnessjoen. Troviamo un bel campeggio sul mare, ci fermiamo per due notti e ci godiamo un po’ di riposo e non solo.


24 agosto 2015 – Partiamo alle 6:15 per Trondheim, arriviamo alle 14 nel parcheggio sul fiume Nidelva. E’ una cittadina molto bella. Abbiamo visitato la cattedrale di Trondheim, in stile romanico-gotico è considerata la chiesa più famosa della Norvegia. Questa città emana tranquillità e una sensazione di buon vivere, mi lascia un senso di benessere nel cuore, ci ritornerei volentieri.



25 agosto 2015 – Partiamo alle 7:15, ci dirigiamo verso la Atlantic road, è una strada di 8 chilometri compresa tra le città norvegesi di Kristiansund e Molde. È costruita su diversi isolotti e scogli, che sono collegati da diverse strade rialzate, viadotti e otto ponti, il più importante dei quali è il ponte di Storseisundet. Pranziamo proprio sull’Atlantic Road, poi ci rimettiamo in moto percorrendo una strada che non dà un attimo di tregua alle nostre emozioni!! Appena lasciamo il mare ci imbattiamo in un paesaggio con cascate e valli mozzafiato, fino ad arrivare a Geirangerfjord alle 18:15. Tra i due campeggi scegliamo quello nel paesino, molto suggestivo perché proprio sulla punta del fiordo, decidiamo di passarci due notti e ci posizioniamo in un posto meraviglioso! guarda il dito. Il giorno dopo saliamo per il percorso turistico fino al Fjordcenter e facciamo un po’ di vita da campeggio. Le sette sorelle



27 agosto 2015 – Partiamo da Geiranger col traghetto delle 8 con lo spirito dei crocieristi, navighiamo il fiordo passando sotto le cascate chiamate le sette sorelle. Arriviamo a Bergen alle 17:50, scopriamo che nell’area segnalata c’è il cantiere di un palazzone con le indicazione della nuova area. Qui ci sistemiamo e subito raggiungiamo il centro col tram. Bergen è bellissima, ma per come è posizionata risulta essere la città più piovosa al mondo. Visitiamo il quartiere di Bryggen che si estende dietro le casette del lungomare, su pavimentazione in legno.


28 agosto 2015 – continuiamo la visita della città passando per il mercato del pesce. A Bergen ci salutiamo con i nostri fantastici compagni di viaggio che avendo qualche giorno in più a disposizione percorreranno un itinerario diverso dal nostro. Partiamo da Bergen per Oslo alle 18:30, percorriamo ancora strade molto suggestive e per un cartello non chiaro, proprio alla fine di questa strada, troviamo la galleria chiusa e siamo costretti a tornare indietro per 45 km. Ci fermiamo per dormire a Eidfjord.


29 agosto 2015 – Ripartiamo alle 5 del mattino per arrivare alle 10 ad Oslo. Qui troviamo una bella area di sosta e raggiungiamo il centro col bus. Dopo aver visitato il centro andiamo al Munchmuseet che ospitava anche Van Gogh, passiamo per il palazzo reale, Opera House, Tjuvholmen di Renzo Piano ed altro…



30 agosto 2015 – Dopo le consuete operazioni di carico e scarico ripartiamo alle 7 del mattino, direzione casa! Finalmente autostrada! Arriviamo a Trelleborg alle 12:30 per scoprire che la prima nave utile partiva alle 23:30. Ritorniamo a Malmo per ripercorrere il ponte per la Danimarca e raggiungere poi Rodby per imbarcarci per Puttgarden. Poco prima di Berlino ci fermiamo per dormire.

31 agosto 2015 – Ripartiamo alle 5 del mattino, facciamo una breve soste per il pranzo ad Insbruck ed arriviamo a casa alle 2:00 del 1 settembre 2015. Segue lo schema del Viaggio…. Di sotto allego il piano redatto prima della partenza, utilizzato come riferimento durante il viaggio.



















Questo racconto è anche disponibile per il downoload in formato pdf

 

Il Viaggio Fai da Te – Hotel consigliati in Scandinavia
Autonoleggio – Noleggio Auto Low Cost in Norvegia
Acquista guide turistiche a prezzi scontati su Amazon.it

 
Commenti

Nessun commento