Nederland tour 2004

di Alessandro –
Secondo molti di noi questo viaggio e’ durato un anno… Tutto ebbe inizio ad Aprile in Svezia eattamente a Stoccolma… Qui Bogio e Salva sapevano già tutto ed iniziarono a pianificare…
GIORNO 1
Giovedì 23 settembre 2004 – Scortati da Superbrillantone e Cary abbiamo raggiunto l’aeroporto di Orio al Serio, ci siamo imbarcati regolarmente sul volo HV 5446 della compagnia BASIQ AIR, Gruppo Transavia. Il prezzo andata e ritorno? 101 euro, più che buono anche se abbiamo dovuto prenotare con largo anticipo. Puntualmente abbiamo raggiunto l’aeroporto di Amsterdam Schiphol alle ore 11.00, e in treno abbiamo raggiunto la Central Station di Amsterdam. Ecco il primo problema… dobbiamo trovare un ostello… Salva, si dirige a tutta velocità in una direzione e tutti un po titubanti lo seguono pensando: “ma saprà dove sta andando?” be vedete voi sta di fatto che nel giro di 10 minuti avevamo già trovato un Ostello in centro città, esattamente nella Warmoesstraat, 14. Il prezzo accettabile, ce la siamo cavata con 23 euro al giorno compresa la colazione. Ma si, calcolando la centralità dell’Ostello e il fatto che il Bar era aperto 24 ore su 24 direi che è stata una buona scelta. Il sito? eccolo www.hostel-meetingpoint.nl La giornata è poi continuata con un giro per i coffe shop del centro e alcuni pub, la serata l’abbiamo passata alla pizzeria Marco Polo che si trova lungo la Damrak e in un bel disco pub sempre lungo la Damrak, il Teasers babes & beer, vedrete successivamente le fotografie e il sito web. In definitiva il primo giorno ci siamo ambientati e abbiamo visitato Piazza Dam, la Borsa di Amsterdam, il Royal Palace e il Red Light District.

GIORNO 2
Venerdì 24 settembre 2004 – Eccoci al primo giorno, be partirei con descrivere la colazione… 1 uovo, 3 fette di pane, 1 cappuccino, 1 marmellata, 1 burro, bhe si mangia quello che c’è e si tace… dopo colazione raggiungiamo il Rent a Bike lungo la Damrak esattamente sotto la Borsa di Amsterdam. 150 euro di cauzione a bicicletta oppure 1 carta di credito… veramente troppo per i nostri gusti quindi ci dirigiamo verso la Central Staion al Rent a Bike, qui si ragiona… 50 euro di cauzione e la bicicletta ci è costata 6 euro senza freni e 9 euro con i freni… primo giorno tutti lanciati si buttano su quella senza freni, i freni praticamente erano freni pedale. A quanto pare agli olandesi piacciono così. Partenza e dopo un paio di chilometri il primo inconveniente, la carovana si ferma per una foratura ma tutto ok abbiamo risolto il problema con 7 euro, più che buono. Il nostro scopo era quello di raggiungere lo Stadium Arena, Salva era sicuro, andiamo a 45 gradi rispetto questa via… dopo circa 6 Km… Salva si avvicina ad una signora e con il suo inglese mixx tedesco mixx francese chiede: “mi scusi dove si trova lo Stadium Arena?” la sigora fece capire che eravamo ancora molto molto lontani ma salva sempre più sicuro guarda la cartina e dice, non c’è problema è qui dietro l’isolato. Eccoci arrivati ma non allo Stadium Arena… eravamo arrivati all’Olympisch Stadion, be… sempre di uno stadio si tratta, io vi avevo promesso uno stadio… poi come dal programma abbiamo visitato la sede centrale della banca ING, bella, veramente bella. Infine alle 13 abbiamo raggiunto la Vrije Universiteit di Amsterdam dove ci siamo fermati a mangiare nella mensa… Hehe ci hanno sgamati subito che eravamo italiani abbiamo rotto il silenzio… Dopo una buona mangiata ci siamo diretti verso l’Orfanage, bordo aveva la fissa voleva andare all’Orfanage ma ad un certo punto presi dallo scazzo abbiamo deciso di saltare la tappa e raggiungere il Van Gog Museum, be… bello? io direi: “non è bello ciò che è bello ma è bello ciò che piace…” mi è toiccato pure rispondere ad un mega questionario in francese sulle mie impressioni, 4 facciate di questionario… 4… Dopo tutto ciò fradici dalla pioggia abbiamo consegnato le biciclette e ci siamo divisi, parte del gruppo ha raggiunto il museo delle torture e la Anna Frank Huis e altri hanno deciso di raggiungere l’Ostello e cambiarsi. La serata è poi continuata con un giretto nel centro e nel bar dell’Ostello, in cui alcuni di noi hanno tirato le 3.00.

GIORNO 3
Sabato 25 settembre 2004 – Sveglia alle 10.30 circa, solita colazione e via… lo scopo della giornata era quello di rggiungere il Mar del Nord in Aliscafo esattamente all’altezza di Ijmuiden, be attraversiamo la Central Station ma nessuna traccia dell’aliscafo… bo, ma Salva ne era certo… l’aliscafo doveva esserci quindi dopo avere traghettato inutilmente dalla parte opposta del canale siamo ritornati e dopo aver chiesto un poco abbiamo trovato ciò che volevamo… l’aliscafo. Bene bisognava aspettare un’oretta quindi siamo andati a fare colazione in un bar di fronte alla Central Station e alle 13 siamo partiti per Ijmuiden dove abbiamo mangiato. Dovevamo trovare delle biciclette per raggiungere il mare ma fortunatamente non le abbiamo trovate e abbiamo più comodamente raggiunto la spiaggia in Bus… decisamente più comodo visto il freddo e il vento che c’era al mare… Qui Dust ha spammato infodomaso.com sulla sabbia e ci siamo bevuti una birretta in un locale sulla spiaggia. Nel frattempo parte della compagnia era rientrata ad Amsterdam in aliscafo per procurare i biglietti per potere vedere la partita allo Stadium Arena. Noi invece siamo rientrati in bus fino ad Haarlem dove abbiamo fatto un giretto veloce (praticamente era freddo e tutto chiuso in quanto i negozi chiudevano alle 17… tristissimo) e abbiamo raggiunto l’Amsterdam Central Station in Treno. Solito giretto nel centro esattamente in un locale di cui non ricordo il nome nella zona sud di Amsterdam (si può raggiungere percorrendo la Damrak, Rokin e Vijzelstraat fino ad arrivare alla Wetering Plantsoen). Abbiamo poi proseguito la serata dopo una passeggiata nel bar dell’Ostello, in cui alcuni di noi (Salva & Bogio in solitaria) hanno tirato le 3.30 di notte.



GIORNO 4
Domenica 26 settembre 2004 – Sveglia alle ore 10.30, colazione veloce e via tutti al Rent a Bike dova abbiamo nuovamente nolleggiato 13 biciclette… ma questa volta molti di noi hanno preferito la bicicleta con il classico freno a mano… Partenza sul canale principale e visita alle isole di Silodam, Oosterdok, Java, KNSM, passaggio davanti alla IJ Tower Block, poi isola di Sporenburg, Borneo per finire alla nuova isola di Ijburg che può essere raggiunta da un magnifico ponte in acciaio, giunte le 14 abbiamo quindi deciso di fermarci a mangiare in un ristorante molto carino in cui abbiamo mangiato decisamente bene, il suo nome è BLOK 4, be, qui siamo rimasti fino alle 16 circa e poi via a conseganre le biciclette. Una volta rientrati alcuni di noi sono tornati in Ostello a lavarsi mentre altri hanno continuato il tour come da programma e hanno visitato l’ARCAM e il NEMO (Renzo Piano Building Workshop, 1997) La serata è poi continuata con un giretto fino alla Wetering Plantsoen e chiusa all’ostello fino alle 7.00 del mattino in cui abbiamo decisamente conosciuto parecchie persone, delle ragazze spagnole, una compagnia di Australiani, Crasty e attenzione attenzione Ashly e Luigi… qui mi fermo in quanto pochi sanno in cosa ci siamo imbattuti e se dovessi raccontare la storia di queste due persone ci vorrebbero pagine e pagine… Be, conosceremo queste magnifiche persone più avanti nelle fotografie.

GIORNO 5
Lunedì 27 settembre 2004 – Sveglia… lasciamo perdere è stata una cosa molto scaglionata… sta di fatto che l’allegra compagnia ha raggiunto in treno Zaanstad in cui abbiamo visitato i mulini e qualcuno ha acquistato del tipico formagigio olandese, verso le 14 rientro nuovamente alla Central Station e via… partenza per Almere Buiten in cui abbiamo mangiato e visitato un simpatico quartiere residenziale che vedremo più avanti. Serata come al solito libera con tour dei locali e tappa finale al bar dell’Ostello… sfida paura tra Cesar e un texano rispettivamente sponsorizzati da infodomaso.com Group e Busch… secondo voi chi ha vinto? be, ovvio ha vinto Cesar con la maglietta infodomaso.com Group… Poi be tralasciamo abbiamo fatto impazzire un po Crusty facendo praticamente un non stop (non stop significa che alcuni hanno dormito e altri no… ma anche i dormienti sono stati giustamente e continuamente disturbati)

GIORNO 6
Martedì 28 settembre 2004 – Hehe stanchi all’ennesima potenza ci siamo nuovamente separati alcuni sono andati allo Stadium Arena, altri al mercatino di Waterloo Plein alla ricerca di un fantomatico orologio… ma niente non si è trovato… be adesso sono stufo di raccontare quindi taglio… Central Station, Aeroporto di Schipol, imbarco, volo, sbarco, Aeroporto di Orio… Lele e bruni ci hanno scortati fino a casa.

Il Viaggio Fai da Te – Hotel consigliati in Olanda

 

 
Commenti

Nessun commento