Parigi: un tranquillo week-end… di paura!

di Chiara Ramazzini –
Giovedi’ 07 Agosto dopo aver parcheggiato al Pe.sco parking nei pressi del’aeroporto di Venezia, si parte per il nostro lungo week-end a Parigi, la tanto sognata Paris… da oltre 10 anni non ci torniamo! Piccoli appunti sulla compagnia low cost utilizzata, Vueling: perennemente in ritardo, nonostante gli stickers sui nostri bagagli recitino ” always on time “, posti in aereo strettissimi.. impossibili per gli oversized.

Arriviamo a Paris CDG con un’ora di ritardo e subito ci fiondiamo dal T1 alla fermata RER Roissypole tramite il velocissimo e gratuito CDGshuttle, da li acquistiamo il nostro ticket che, per soli 8,40 euro ci dovrebbe portare a Parigi ( fermata Denfert Rochereau ) in circa 40 minuti… da li una brevissima camminata di 10 minuti lungo Boulevard de Raspail per raggiungere il numero 207 e fare il check-in presso il nostro hotel **** Mercure Raspail, un hotel carino nel cuore del quartiere di Montparnasse a pochi passa dalla famosa brasserie La Coupole. Siamo in mega ritardo per la nostra cena e decidiamo di prendere il taxi per raggiungere il nostro ristorantino nei pressi della Tour Eiffel ( La Fontaine de Mars ), costo 8,70 euro…. l’ambiente e’ intimo, la cucina tipicamente francese ( non economica ) ed il quartiere e’ splendido ( si raggiunge la Tour Eiffel in pochi minuti a piedi ); al ristorante ci aspettano mia sorella, Assad, Astrid ( non mi sembra vero che l’ultima volta che ci siamo viste era circa 12 anni fa ) e le sue meravigliose figlie, Gualtiero e sua madre. La serata e’ piacevolissima, peccato che dobbiamo salutare la compagnia dopo poche ore… Assad riparte domani mattina per Dubai….anche se siamo stanchissimi, il desiderio di fare una passeggiata notturna per Paris e’ troppo forte… passeggiamo sino a Champ de Mars, la Tour Eiffel sino al Trocadero dove ci sono gli immancabili spettacoli di break dance. Prendiamo la metro nr 6 da Trocadero sino alla fermata Raspail a circa 300 metri dal nostro hotel… abbiamo troppo sonno.. ci buttiamo nella nostra minuscola stanza dalle lenzuola freschissime e cadiamo in un sonno profondissimo.

Venerdi’ 08 Agosto 2008: una giornata a spasso per Parigi
Ci svegliamo e fuori il cielo e’ coperto.. usciamo senza una direzione precisa.. per la cronaca: la fermata piu’ vicina al nostro hotel e’ Vavin ( linea 4 ) e raggiungiamo a piedi il Pantheon, passando prima per i giardini di Luxembourg.. facciamo colazione giusto in fronte al Pantheon presso ” Crepes a’ gogo ” , un’abbondante colazione francese per ” soli ” 8,40 euro a persona.. ma ne vale la pena.. la vista e’ meravigliosa. Raggiungiamo a piedi il quartiere di Saint Michel, Notre Dame sino al Louvre, Chatelet sino a Place de la Concorde. Parigi e’ fantastica, e’ bellissimo perdersi nelle vie di questa citta’ eterna che pulsa ad ogni angolo. Raggiungiamo gli Champs Elysees dopo una breve sosta ristoratrice a base di un sanissimo hot-dog e poi di corsa a prendere la metro da Charles de Gaulle per raggiungere il nostro hotel e prepararci per la cenetta con mia sorella,che raggiungiamo per un costo aperitivo presso il suo hotel cinque stelle di fronte all’Eliseo ( il Bristol hotel ). Stasera ci raggiungono i nostri amici in arrivo dall’Italia ( Lorenzo e Francesca ).. tanto per cambiare anche il loro fantastico volo Vueling e’ in ritardo.. devono fare le corse in taxi per raggiungerci nel quartiere di Pigalle al ristorantino prenotato da mia sorella ” L’Entre D’Eux ” cucina creativa, ambiente moderno molto particolare ed intimo ( da provare assolutamente il tris di tartare da 10 e lode ) – metro Pigalle – cena con antipasto, piatto principale, dolce e vino … circa 40 euro.Passeggiamo con i nostri amici di nuovo verso la Tour Eiffel di sera e poi dal Trocadero, metro diretta per il nostro hotel… Bonne nuite Paris a’ demain!

Sabato 09 Agosto: Paris c’est magnifique!

Puntiamo la sveglia alle 9.30 e finalmente abbiamo una giornata di vero sole, scendiamo su Boulevard de Montparnasse e facciamo colazione da veri Parigini in strada alla brasserie ” La Rotonde “..ma oggi niente croissant… sono esauriti… mannaggia.. Ci incontriamo con mia sorella alla fermata Abbesses nei pressi di Montmartre e visitiamo lo splendido quartiere del mitico Sacre Coeur.. facciamo una sosta ad una boulangerie del quartiere per comprare l’immancabile croissant ed il mio preferito, pain au chocolat, visitiamo il cimitero di Montmartre.. e poi via verso Butte Chaumonts ( metro 7 ), una zona tranquillissima con questo meraviglioso parco conosciuto quasi esclusivamente dai Parigini.. qui di turisti non ce ne sono… Mangiamo una quiche lorraine in una brasserie del quartiere e poi ci dirigiamo verso la zona di Saint Germain des Pres dove sostiamo nuovamente in un locale fighissimo ( www.leseraphin.fr ) brasserie particolare in una delle zone piu’ belle di Parigi. A malincuore, come sempre, saluto mia sorella che s’infila velocemente in un taxi direzione Bristol hotel e poi aeroporto CDG per la sua destinazione finale: Dubai…. spero di vederla prestissimo!!!! Gia’ mi manca.

Optiamo per concludere la giornata con la visita alla Tour Eiffel, dopo un’ora di coda e ben 700 gradini raggiungiamo con l’ascensore l’ultimo piamo della Torre, mentre fuori gia’ e’ buio. ( costo per salire sino al secondo livello a piedi : euro 4,00 + ascensore per il terzo livello : euro 4,10 ).

Ormai e’ tardi ed abbiamo fameeeeee, scendiamo alla fermata metro Saint Michel e ceniamo in una brasserie carina in Rue Danton 1, nei pressi della Place st Andre’ des Arts( Le Clou de Paris ), la salade chevre chaude e la soupe d’ognion sono buonissime! I prezzi sono abbastanza economici.



Hotel da segnalare: Timotel Montmartre ** in un incantevole piazzetta nel quartiere Montmartre, La terrasse hotel ****nei pressi del cimitero di Montmartre, con una ristorante panoramico con una terrazza con una vista mozzafiato su Parigi ( la prenotazione e’ d’obbligo ), Hotel Notre Dame *** giusto in fronte alla Cattedrale, la posizione e’ incantevole e le camere con vista su Notre Dame offrono una vista meravigliosa.

Ristorante da segnalare: Lepicurien bistro ( Rue Lepic ) in zona Montmartre in fronte al Moulin de la Galette.

Terminiamo la nostra serata a Notre Dame dove si stanno esibendo dei palestratissimi ballerini e dei muscolosi atleti su roller blade…. Vive Paris!

La Senna e’ stata ripulita completamente e di sera e’ illuminata e costellata di piccoli artisti che suonano e cantano…

Siamo esausti ma felici.. ci fiondiamo a letto.. domani e’ l’ultimo giorno a Paris.

Domenica 10 Agosto 2008: una domenica di follie!

Sveglia, check-out e poi di nuovo fuori a Parigi verso Notre Dame per una colazione alla francese con vista su Notre Dame!

Optiamo per la visita al mitico cimitero di Pere Lachaise ( metro 3 ), il cielo e’ grigio ed inizia a spiovigginare.. clima ideale per un cimitero… ci sono corvi tutto attorno e pure un gatto nero… sara’ un parente francese del nostro Silver??? Visitiamo la Tomba di Jim Morrison ( nr 30 ), Oscar Wilde ( nr 83 ), Chopin ( nr 20 ), Modigliani ( nr 70 ) e Marcel Proust ( nr 90 )… e’ tardi e dobbiamo correre in hotel a prendere i nostri bagagli per dirigerci verso CDG…Qui inizia la nostra odissea, raggiungiamo in perfetto orario l’aeroporto, facciamo il check-in, e ci dirigiamo verso il gate 77… ma toh il nostro volo risulta dal monitor in ritardo ed hanno pure cancellato il numero del gate.. optiamo per stare vicino al monitor per avere informazioni in tempo reale.. o cosi’ crediamo… mentre continua a risultare in ritardo e senza numero del gate non ci rendiamo conto che hanno inziato ad imbarcare il nostro volo… dopo mezz’ora sentiamo i nostri nomi e corriamo in 20 secondi al vicinisso gate 77 per salire ma qui inizia l’incubo, il capitano si rifiuta d’imbarcarci… nonostante le nostre proteste e la foto scattata a dimostrazione che il monitor riportava ancora il volo in ritardo… siamo costretti a dirigerci alla biglietteria Vueling, protestare per un’ora, pagare 85 euro a testa per rientrare il giorno successivo, completare il modulo per la richiesta di rimborso, chiamare l’hotel per avvisare che avremmo dormito la’ ancora per una notte ( per fortuna era libero ) e completare tutta la trafila di lamentale anche al banco della societa’ che gestisce l’aeroporto di CDG, che giustamente rimandava la responsabilita’ alla compagnia aerea Vueling.. Storditi,alle ore 22.30, riprendiamo la RER per Parigi ancora incazzati ed increduli per quanto accaduto… ceniamo al ” Bar a’ huitre ” a 50 metri dal nostro hotel ( menu’ antipasto, piatto principale e dolce : euro 25,00 ): e’ un ristorante specializzato in pesce e crostacei.. e poi filiamo a letto alle 2 di mattina, con tanto di video conferenza con i suoceri in Messico.

Lunedi’ 11 Agosto: Sara’ la volta buona??

Oggi ce la prendiamo con calma… nuovo check-out e colazione presso la nostra brasserie ” La Rotonde “. Oggi, accontentiamo Lorenzo che da buon architetto vuole vedere il quartiere ultramoderno de La Defense ( metro linea 1 ) faccio una sosta a visitare Holiday Inn Gare de L’Est ( metro Gare de L’Est ) e poi altro giro, altro regalo ci dirigiamo verso l’aeroporto di CDG. Stavolta riusciamo a partire, ma tanto per cambiare il volo e’ nuovamente in ritardo…. si si proprio ” always on time,,”, comunque riusciamo a rientrare in Italia.

Parigi e’ la mia citta’ preferita, i colori, gli odori di questa capitale cosi’ cosmopolita ti entrano dentro e non ti abbandonano piu’.. o la odi o la ami…

Ti amo Parigi!

Il Viaggio Fai da Te – Hotel consigliati a Parigi

 

 
Commenti

Nessun commento