Il Perù mi stupisce

di Roberto Cellini –
Spese: costo tour per persona 2350 euro, volo con Iberia 850 euro a persona, spese personali e pasti fuori dal costo del tour 500 euro totali in 2, per una spesa totale di euro 3450 euro a persona. E´ la prima volta che volo verso questo sogno: il Peru´, prima di fare il resoconto del viaggio che non ci ha delusi per nulla aggiungo che erano anni che aspettavo il momento, abbiamo visitato il sud del paese e non siamo stati delusi per niente abbiamo fatto un tour che prevedeva sia le località classiche che posti fuori dal classico per apprendere l’ essenza di questo paese . Inizio il resoconto della nostra avventura:

1° giorno: arriviamo a Lima stanchi dopo molte ore di volo, dall’ aereoporto attraverso un caotico traffico ci installiamo nall’ hotel, uno splendido aperitivo chiamato Pisco sour cavallo di battaglia del Peru´, cena a base di pesce fresco e a dormire. Siamo nel centro storico hotel CONTINENTAL, grande hall ascensore e stanze un po’ piccole ma comode e pulite, acqua delle docce supercalda cosiì che il sonno arriva velocemente.

2° giorno: Partiamo alle 9,00 dopo aver conosciuto Eduardo che ci accompagnera´ come autista per un bel pezzo, destino la riserva naturale di Paracas, lasciamo Lima e ci fiondiamo in un paesaggio nebbioso e desertico per ore, poi improvvisamente il sole e dune tutt’ intorno a noi, pranziamo a Paracas, con un ottimo chevice altro piatto tipico. Visitiamo la riserva: spazi infiniti una natura cruda e superba ci accompagnano per tre ore buone, spiaggie dai diversi colori, avvoltoi, leoni marini nuotando e panorami indimenticabili tra mare e deserto fanno si che il nostro primo giorno sia come me lo ero sognato, cena a base di carne, e notte a Pico Hotel Villa manuelita, comodo e di buon livello.

3° giorno: sveglia presto, grande escursione alle isole Ballestas, emozione incredibile pinguini, leoni marini e un’ infinita´ di uccelli accompagnano il viaggio in motoscafo di 2 ore, con la chicca di vedere la famosa forma scavata sulla montagna, la candelabra, poi via di nuovo, stavolta vigneti in un deserto di Dune andiamo a Ica, pranziamo con un altro piatto tipico, la pachamanca tre sapori, carne in abbondanza e poi giusto per digerire, un pazzo pilota ci porta a soffrire sulle dune di Huacachina stupenda oasi, il pilota spinge l’ accelleratore su e giu per le dune, poi ogni tanto una fermata per ammirare lo stupendo panorama, e si ricomincia. Finito il giro si riprende il viaggio verso Nazca, attraverso un paesaggio piatto rotto da stupende valli verdi e canyon arriviamo alle 18,30 tempo per sistemarci all’ hoter Don Agucho,stupendo giardino fiorito e con piscina che purtroppo non usiamo vista l’ ora, Cena in polleria ottimo il pollo alla brace, la polleria per i Peruviani e´l’ equivalente della pizzeria per noi Italiani, un bello spaccato di vita, famiglie amici e coppie a mangiar pollo si e´propio come da noi la pizzeria. Poi a dormire domani altra sveglia presto le misteriose linne di Nazca ci aspettano.

4° giorno: altra giornata mitica, abbiamo volato sulle misteriose linee di Nazca, uno dei misteri irrisolti dall’ uomo, abbiamo mangiato ottimo pesce lungo la costa desertica piu´variegata e differente che fino ad oggi abbia ammirato nel mondo e ora siamo a Camana localita´impressionante risaie da un lato e deserto dall’ altro e il mare che chiude il quadro, cena leggera nel bellissimo hotel con piscina che ho sfruttato visto che fa caldo, le stanze sono grandi e fornite di aria condizionata, bell’ hotel, l’hotel de turistas ques to il suo nome. Buonanotte.

5° giorno: Oggi visita superba a uno dei posti piu´ rari che ho visitato finora, le pinture rupestri di Toro muerto, posto allucinante, sito in una vallata superfertile attraversata da un fiume Nekl mezzo di un arido deserto e da lontano ghiacciai che escono dal nulla nell’ aria rarefatta del deserto che dire vedere per credere. Pranzo ottimo a base di gamberoni di fiume, e ora siamo nella famosa citta´ bianca di Arequipa per un meritato riposo nell’ hotel La gruta, situato in un quartiere vicino al centro silenziosissimo con stanze grandi, moderno, personale gentile e una finestra che da vista al giardino fiorito, ottima elezione per un sonno ristoratore.

6° giorno: finalmente abbiamo dormito piu´ ore e ho smaltito il fuso orario, giornata piena con la visita della stupenda citta´ la sua piazza i suoi musei e il convento di Santa Catalina, veramente bella citta´per cena filetto di alpaca molto buono e via a dormire domani e’ un altro giorno e ci aspetta una bella scarpinata, visiteremo paesi e luoghi fuori dal solito.

7° giorno: oggi stanchi ma contenti abbiamo visitato le cascate di Sogai, prima abbiamo visitato un paesino dal nome impronunciabile mi sembra Quequena o giu’ di li che si chiamasse, poi una bellissima passeggiata di tre ore tra terrazzamenti preinca e poi per una vallata fino ad arrivare alle cascate tra le rocce molto bello e naturale giornata emozionante, ora a dormire domani si parte per il Colca.



8° giorno: siamo a Chivai oggi piu´rilassato che ieri fermate fotografiche per vigogne e paesaggi andini, piu’ buon pranzo e bagni termali hanno fatto da contorno alla giornata, cena a buffe e a dormire l,hotel e´ il Colcalata meno male che ho il riscaldamento in stanza una stufetta aggrada il nostro sonno la sera cambia la temperatura. Nota superpositiva e´ che non stiamo soffrendo di mal d’ altura.

9° giorno : Siamo al Puno hotel Caminoreal semplice pero’ con acqua supercalda nelle docce il che non fa´ male e con personale cortese. Emozionante giornata nel Colca con vista dei condor e paesaggi superbi, ora visiteremo il Titicaca che da Puno non mi sembra il massimo ma da dopodomani sono sicuro vedremo il vero lago e la cultura della sua gente gli aimara. Domani invece visite classiche.

10° giorno: oggi visite classiche come detto gli Uros e le loro isole di Totora che e’ una erba che cresce sul lago, superturistico pero´interessante, e poi Sillustani, stupendo per ubicazione e con un interessante storia alle spalle.

11° giorno : oggi altra storia abbiamo visitato l’ anima del lago e visto la sua gente fuori dal classico percorso dei pulman per turisti, il tempio della fertilita´, la valle sacra Aimara, la stupenda chiesa di Pomata, la spiaggia di sabbia vulcanica sul lago, paesaggi andini e campestri unici e la gente meno abituata ai turisti, con un superbo pranzo a base di trote e formaggio fritto e tuberi e verdure di qui, il mercato e la gente coloratissima di Yunguio, giornata particolare e stupenda, ora siamo qui sull’ isola di Anapia altro gioiello incantevole coi suoi panorami a casa della signora Maria a dormire, turismo vivenziale come lo chiamano qui, abbiamo cenato e dormiremo qui, i bagni sono fuori dall’ abitazione ma ben puliti e di comodo accesso, vale la pena qualche scomodita´, diciamo che solo essendo sul posto si puo´capire l’ emozione che provo dentro di me.

12° giorno: Altra giornata memorabile, abbiamno scoperto molte cose sulle erbe naturali e curative del lago, Grazie al nostro anfitrione, il signor Jose di Anapia, lui spiegava e paolo Traduceva, usi costumi tipici degli isolani. Abbiamo visto vigogne sull’ isola, passeggiato in barchette a vela e pranzato da re con un piatto speciale dell’ isola preparato dalle signore, la uatia, ora siamo a Puno all hotel e solo non resta che dormire dopo una doccia bollente, sognando coi paesaggi vissuti fino a oggi pomeriggio.A si’ il sud del lago e´un altro mondo rispetto a qui e che dire delle isole di Anapia e Iuspiqui, altri mondi distanti anni luce.

13° giorno: Ultima notte a Puno, oggi altra giornata memorabile, abbiamo visitato un mercato locale e cosi’ ora abbiamo un’idea su tutti i prodotti che si coltivano in Peru´, il sistema di conservare, le abitudini quotidiane e culinarie della gente, veramente interessante. Poi nel pomeriggio con un viaggio di 2 ore abbiamo raggiunto una localita’ misteriosa e affascinante, il geiser di ponte bello, posto piu´ unico che raro, fenomeni geotermici e panorami ineguagliabili ci hanno accompagnato per tutto il pomeriggio.

14° giorno: siamo a Cusco, il cuore dell’ impero Inca, molto piu´turistica delle altre citta´ pero stupendamente coloniale e imperdibile, siamo all ‘ hotel Amerindia vicino al centro e in una zona tranquilla, bello con stanze grandi e comode e con uno stile di vero buon gusto, ideale per un corroborante riposo la notte. Oggi nel percorso abbiamo visitato superbe rovine inca a Raqci e visitato una superlativa chiesa a San Juan in Kuaro, mangiato il porcellino d’ india a Tipon, che vogliamo di piu´ dalla vita.

15° giorno: Cusco come dicevo ieri e´super, oggi giornata dedicata al city tour con la sua cattedrale il tempio di Coricancha, le sue rovine, le sue stradine i saliscendi i suoi negozi i suoi panorami,che dire di piu´ Cusco: imperdibile.

16° giorno : siamo ad Aguacalientes, oggi stupende visite a Pisac eOllantaytambo, non ceniamo perche’ non ci sembra il caso visti i prezzi e visto che oggi abbiamo esagerato nel pranzo dell’ ottimo ristorante di Urubamba, domani ci aspetta una levataccia per visitare Machu Picchu e Huaina Picchu, la nosta guida viene a farci un breefing per domani .Stiamo visitando il Peru´ fuori dai soliti stereotipi per turisti, sono contento perche sto visitando un paese e sto capendoci qualcosa a parte della storia archeologica, uno non viaggia solo per vedere pietre antiche, l’ essenza del viaggio e´ anche capire la cultura e la storia della gente e di un popolo differente dal nostro. Siamo alloggiati nel hotel Incanto, acqua calda, personale che si fa in 4 stanza un po’ piccola ma importante pulita. per una notte va piu´che bene .

17° giorno : Nuovamente a Cusco oggi il must dei must capisco che Machu Picchu sia nelle 7 meraviglie del mondo moderno, anche qui vedere per credere. Un consiglio Huaina Picchu superbo pero´ adatto a chi cammina bene senza vertigini, il treno Inkarail ottimo servizio in classe turistica esecutiva. Bisogna dire che il vantaggio di un viaggio individuale solo per noi con la comodita di aver gia tutto organizzato rispetto ai soliti viaggi in pulmann si vede e si tocca .

18° giorno : Stanchi ma felici anche oggi bellissime visite a Moray salineras e alle rovine di Chinchero, ultima notte a Cusco domani si torna a LIma e in Italia . Tutte le cose belle prima o poi finiscono.

19° giorno : voliamo a Lima all’ aereoporto ci aspetta la piccola Cris guida della giornata, visitiamo il bel centro storico coloniale e ritorniamo all’ aereoporto un lungo volo ci riportera´a casa con la morte nel cuore, pero´ ritorneremo a visitare la parte nord del Peru’ promesso, grazie a Paolo Perniceni (www.peruindimenticabile.com) per averci fatto vivere questa splendida avventura. CIao Peru’ arrivederci.Data dal 9 maggio 2013 al 27 maggio 2013,

Data dal 9 maggio 2013 al 27 maggio 2013,

 

Il Viaggio Fai da Te – Hotel consigliati a Cuba
Autonoleggio – Noleggio Auto Low Cost in Italia
Acquista guide turistiche a prezzi scontati su Amazon.it

 

 
Commenti

Nessun commento