Romanticissima Venezia

di Maria Landi –
Quest’anno per il ponte di Ognissanti avendo 3 giorni di completo relax lavorativo io e il mio amore abbiamo deciso di concederci una piccolissima vacanza in quella che è, a mio dire la città romantica per eccellenza, la bellissima Venezia. Siamo partiti sabato mattina e ritornati lunedì sera ma vi sorprenderò perché, nonostante la mia sia stata una toccata e fuga, non mi sono fatta mancare nulla o quasi. Certamente non ho visto tutto, ma… procediamo con ordine. Il nostro arrivo a Venezia, con il treno Italo, comodissimo, è avvenuto intorno alle 13:00. Dalla stazione di Santa Lucia ci siamo imbarcati sul vaporetto e abbiamo raggiunto la fermata di Rialto consigliataci dalla proprietaria del nostro Bed and Breakfast, Beatrice. Da qui abbiamo imboccato Calle Bembo per immetterci poi in Calle dei Fabbri dove, dopo una bella camminata, abbiamo raggiunto il Ca Del Duca, piccola pensioncina con camere arredate in stile veneziano, molto molto carina, giusto dieci minuti per posare i bagagli e riprendere fiato e poi via alla scoperta di questa fantastica città. Per prima cosa siamo andati in Piazza San Marco, non pensavo fosse così grande in verità: foto di rito con basilica e campanile alle spalle in mezzo ad una miriade di piccioni e poi, nonostante il freddo di questo inizio novembre, senza perdere tempo ci siamo avventurati per le varie calli in cerca di scorci romantici per scattare foto al passar delle gondole.

Venezia è molto caratteristica e particolare, nel suo interno ci sono molti negozi di souvenir, gioiellerie, abbigliamento, maschere, oggetti in vetro di Murano, intervallati da tanti localini sfiziosi dove se si è fortunati nel trovare il posto giusto è possibile assaggiare i famosi cicchetti, ossia delle tapas veneziane che ti vengono servite con un bicchiere di vino e ne mangi quante ne vuoi senza spendere un patrimonio. Una alternativa ai classici menù turistici dove per lo più si mangia male e si spende tanto.

Secondo giorno, domenica 3 novembre. Anche se sembrerebbe un tour de force, in realtà abbiamo avuto il tempo di rilassarci. Svegli alla buon ora, colazione in camera, molto più comodo, la prima cosa che abbiamo visitato è stato il campanile in Piazza San Marco perchè penso che il modo migliore per conoscere una città è vederla prima dall’alto. In effetti la vista è spettacolare, peccato ci fosse giusto un pò di nebbiolina che non permetteva di vedere fino in fondo, ma nonostante ciò era tutto meraviglioso.



Appena scesi sono andata a visitare la basilica di San Marco, non riesco a descriverla ma alzando gli occhi verso le sue arcate dorate si percepisce tutta la sua imponenza e la sua bellezza. Verso mezzogiorno ci siamo imbarcati da San Marco passando davanti al Ponte dei Sospiri per Murano, isoletta della laguna nota per le sue fornaci in cui abili artigiani creano il famoso vetro soffiato. Qui abbiamo assistito infatti alla creazione di alcuni oggetti, tra cui un piccolo cavallo, è stato affascinante e abbiamo anche comprato qual cosina. Poi abbiamo fatto un pò il giro dell’isoletta, ripreso il vaporetto e siamo tornati a San Marco poichè volevo vedere tante altre cose. Siamo stati infatti al Ponte di Rialto, il più famoso di Venezia, la zona del mercato, dove abbiamo comprato un bel pò di souvenir, abbiamo visitato una galleria d’arte contemporanea dove c’erano opere di artisti come Botero, Pomodoro, e poi ancora la chiesa di San Moisè, e una mostra di strumenti musicali dedicata a Vivaldi. Abbiamo passato il resto della serata all’Hard Rock Cafè.

Il giorno seguente, l’ultimo purtroppo, dato che il tempo non prometteva nulla di buono e c’era pure l’acqua alta, e dal momento che avevamo il nostro treno alle 16:00, abbiamo deciso di visitare Palazzo Ducale con le sue celebri prigioni, in cui è stato rinchiuso anche Giacomo Casanova; il museo Correr, che comprende gli appartamenti reali, dove per un certo periodo di tempo ha vissuto anche la principessa Sissi: il museo archeologico e la biblioteca Marciana. Breve sosta in un bar per mangiare qualcosina, abbiamo ritirato i bagagli che ci aspettavano nella reception del nostro bed and breakfast e poi di corsa sotto la pioggia verso San Marco per prendere il vapore che ci avrebbe condotto in stazione: prendendo il vaporetto da San Marco è possibile attraversare tutto il Canal Grande e la vista è stupenda: è possibile vedere la bellissima chiesa di Santa Maria della Salute, Ca D’oro, Ca Rezzonico, Ca Pesaro, tutte residenze storiche che racchiudono importenti musei, che, a loro volta, racchiudono preziosissime opere d’arte. Prima di arrivare alla stazione si passa inoltre davanti al Casinò, la casa da gioco più antica del mondo.

Che dire, il mio soggiorno a Venezia è stato breve ma ho visto tantissime cose, mi sono divertita e soprattutto è stata una vacanza molto romantica perchè fatta con mio marito, quindi cosa chiedere di più?

Il Viaggio Fai da Te – Hotel consigliati a Venezia
Autonoleggio – Noleggio Auto Low Cost in Italia
Acquista guide turistiche a prezzi scontati su Amazon.it

 

 
Commenti

Nessun commento