Romantico anniversario di matrimonio a Budapest

di Margherita Volante –
A Maggio sono stata a Budapest con mio marito per festeggiare il primo anniversario di matrimonio. Abbiamo trascorso 10 giorni veramente indimenticabili.
Premetto che a noi piace godere della città straniera nei suoi aspetti più quotidiani, tralasciando un po’ i tradizionali percorsi turistici. Ecco perché, per esempio, nelle città decidiamo sempre di stare almeno 10 giorni e di soggiornare, possibilmente, in un appartamento.
ORGANIZZAZIONE.

Brevemente qualche dettaglio sull’organizzazione del viaggio:

Abbiamo viaggiato in aereo con WizzAir, partenza da Orio al Serio (Bergamo).
Costo del biglietto 66 euro a persona A/R tasse incluse. Servizio puntuale.
Ottimo.

Abbiamo prenotato l’appartamento Opera Romantica di Dunaflat.com, in o utca 6, nel centro di Budapest: un appartamentino veramente grazioso, fresco, pulito, in un palazzo antico …50 euro a notte tutto compreso. Ottima posizione per girare a piedi la città.

DA NON PERDERE.

Ora vi elenchero’ più che altro alcune esperienze personali che ci hanno colpito maggiormente, così in ordine sparso

– passeggiare di sera per Raday Utca e visitare l’effervescente quartiere che la circonda. Scoprirete molti localini all’aperto e soprattutto alcune buone vinerie dove assaporare i migliori vini locali: suggerisco di provare tra i vini rossi: il Merlot, il Cabernet Sauvignon, il Kekfrancos …che vengono offerti con delle tapas. …Il famoso Tokay è invece è un vino dolce da dessert.

– un bagno alle terme Szechenyi, avendo però cura di evitare il fine settimana. Portatevi un asciugamano, il costume, le ciabattine. Queste terme sono per uomini e donne insieme …io preferisco questi bagni alle Terme Gellert anche perché hanno moltissime vasche …e quindi c’è posto comodamente per tutti.



– visitare il mercatino delle pulci di Ecseri. Arrivarci non è difficile …prendete il bus 54 Qui, in ordine sparso, si trovano migliaia di oggetti, principalmente di antiquariato: mobili, cornici, vecchi lampadari, oggetti del passato regime e del tempo della guerra. Vecchi giocattoli e banconote fuori corso. I prezzi sono buoni. Bellissimo. Decisamente da non perdere.

– visitare la piazza Oktogon di sera, con le attività commerciali aperte 24 ore. C’è anche un supermercato ben fornito aperto 24 ore: può tornare sempre utile. Da piazza Listz Ferenc Ter, poi, c’è un’intera strada piena di locali con tavolini all’aperto dove si ritrovano soprattutto di sera i giovani ungheresi. Ma attenzione, qui i locali chiudono rigorosamente alle 24. Il locale Karma ha all’interno una comoda sala in stile orientale. Un buon ristorantino in zona è Ket Szerecen (che significa i 2 saraceni) con menu scritto di pugno sulla lavagna. Piatti particolari, ma buonissimi. Il dolce con il cioccolato fuso dentro è buonissimo.

– prendere una fetta di torta da Jegbufè rigorosamente affacciati alla vetrina a guardare il passeggio frenetico. E’ una pasticceria molto popolare. Se preferite la comodità, allora il celeberrimo cafè Gerbaud, in Vorosmarty Ter: decisamente turistico, ma ne vale la pena. Altra pasticceria da non perdere è Ruswurm a Buda: se andate nelle ore meno affollate, potete trovare posto all’interno e mangiare tranquillamente la vostra eszterazy torta (torta di elisabetta).

– Gustarsi una birra nei “pub in rovina” …ce ne sono molti in centro, soprattutto nei paraggi di Dohany utca, nel quartiere ebraico. Sono locali che sorgono nei palazzi da ristrutturare e si sviluppano in tutti i piani dell’edificio. Sono molto pittoreschi, frequentati da giovani e arredati con elementi retro. Sono aperti fino a notte fonda …i vicini non si lamentano
🙂

– visitate la bella Isola Margherita, dove gli ungheresi vanno a fare dello sport, o semplicemente a godersi il fresco sotto gli alberi. Per chi ama il verde, c’è anche il parco cittadino dietro Piazza degli Eroi …con un tranquillo laghetto all’interno.

– visitate Szentendre, a pochissimi km da Budapest …è un paesino abitato in origine da pittori e artisti …un po’ turistico, ma ne vale sicuramente la pena …è facile raggiungerlo …con un trenino che parte da Battyany ter oppure per i più audaci, affittare una bicicletta …c’è una stradina che costeggia il Danubio (così ci ha detto il proprietario dell’appartamento) …ma non abbiamo avuto il coraggio di provarci.

– Nel prezzo dell’appartamento era incluso anche l’uso gratuito, per 2 ore, delle biciclette: abbiamo sfruttato questa occasione il penultimo giorno per rivedere velocemente i punti più belli della città, che sono facilmente raggiungibili da comode piste ciclabili. Occasione da non perdere.affittate una bici e girate comodamente lungo il Danubio, lungo Viale Andrassy. Se avete una buona gamba e fiato, vi potete anche inoltrare su per la collina di Buda. E’ facile affittare una bici e costa 7/8 euro al giorno. Splendido il viale pedonale/pista ciclabile che costeggia il Danubio!

– Passeggiate per le stradine di Buda e scendere a piedi fino al Danubio. La vista della città dall’alto è meravigliosa: se la giornata è ventosa (cosa che ci è capitata spesso durante i nostri 10 giorni), l’occhio può godere appieno delle bellezze di questa capitale. In questa parte della città, si percepisce un ritmo di vita più pacato, tranquillo, molto lontano dai clamori e dalla frenesia di Pest. Unica scomodità, le strade in salita/discesa.

– Visitate il Parlamento con una guida gratuita che parla un perfetto italiano. Verso le 9 di mattina vi dovete far trovare al Parlamento con la carta d’identità per ritirare il pass gratuito. Mi raccomando, portatevi la carta d’identità, altrimenti vi fanno pagare il biglietto. La visita inizia intorno alle 10. Noi siamo andati diverse volte, prima di entrare perché se nel Parlamento ci sono delle riunioni, le visite vengono annullate. Vi consiglio, quindi, di andare al Parlamento quanto prima.

– Prendete la metropolitana. Le metropolitane sono molto efficienti …le scale mobili sono velocissime …al limite, secondo me, della sicurezza. Gli arredamenti interni sono particolari: le stazioni della metropolitana del Millennio sono tutte arredate da mattonelle di ceramica prodotta a Peck (ne volevo comprare una per ricordo, ma mi hanno spiegato che le fabbricano fuori Budapest). Un consiglio: ci sono controlli ovunque, quindi mi raccomando timbrate sempre il biglietto. Se si cambia metropolitana, si deve timbrare un nuovo biglietto. Vi consiglio vivamente, di fare l’abbonamento per tutto il periodo della vacanza. E’ pure molto conveniente.

– fate un giro sul tram numero 2. E’ un vecchio tram giallo che costeggia tutto il Danubio. Prendetelo dalla piazza del Parlamento. Un modo diverso per ammirare meglio la città e la bella Buda.

– Per quanto riguarda i ristoranti, ci eravamo documentati un poco prima di partire …e avevamo letto che un gruppo di giovani ungheresi ha stilato una classifica chiamata Top 33 dei migliori ristoranti di Budapest …classifica in continuo aggiornamento. Poi il proprietario di casa ci ha fornito una vera e propria Bibbia dei migliori ristoranti da provare a Budapest. Ne abbiamo provati diversi e io suggerisco i seguenti: Salaam Bombay, ristorante indiano situato nel bel palazzo di fronte al ponte delle catene, Ket Szerechen, in zona Andrassy/Oktogon, Café Bouchon, dietro al teatro dell’Opera, Trattoria Fausto, in Dohany utca, per cambiare …cucina italiana veramente veramente speciale: preparano piatti squisiti con prodotti locali. Eccezionale veramente.

Budapest è una città in fermento: di giorno e in alcuni quartieri anche di sera è piena di gente che passeggia, molti ungheresi, ma anche molti giovani studenti stranieri, molti turisti così come molti uomini d’affari …ricca di locali alla moda, di ristoranti rinomati nel loro genere …in alcuni momenti abbiamo persino pensato di essere nel centro del mondo!

Il Viaggio Fai da Te – Hotel consigliati in Ungheria

 

 
Commenti

Nessun commento