Quaderni di viaggio, racconti di viaggio dal mondo

[ Home | Profilo | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Album Fotografico | Download | Cerca | FAQ ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata? | Opzioni Amministratore

 Tutti i Forum
 VIAGGI, VIAGGIATORI E DINTORNI
 Le discussioni di www.oiggaiv.org
 racconto d'insieme
 Nuova Discussione  Nuovo Sondaggio Nuovo Sondaggio
 Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva Category Locked Modifica Discussione Elimina Discussione Nuova Discussione Rispondi

alicia
Membro



11 Messaggi

Inserito il - 20 giugno 2004 : 01:25:29  Mostra Profilo  Modifica Messaggio Invia a alicia un Messaggio Privato  Rispondi Quotando  Visualizza l'indirizzo IP dell'Utente  Elimina Messaggio
che ne dite se proviamo a costruire un viaggio di gruppo?
che ognuno può continuare di volta in volta...
proviamo iniziando così...
ogni giorno della nostra vita in realtà può protare all'inizio di un viaggio inaspettato...
domenica 20.06.04,
mi alzo, domeica di sole, aria di mare, stacco i collegamenti telefonici, mi disconnetto dal reale, prendo le chiavi, butto l'immondizia, e parto verso sud...

sten
Nuovo Arrivato


Regione: Veneto
Prov.: Padova
Città: padova


2 Messaggi

Inserito il - 20 giugno 2004 : 01:31:19  Mostra Profilo  Modifica Messaggio Invia a sten un Messaggio Privato  Rispondi Quotando  Visulaizza l'indirizzo IP dell'Utente  Elimina Messaggio
arrivo all'autostrada e passo il casello.. ho fame, mi fermo. Autogrill a 300 metri, ottimo devo anche pisciarre e non ho ancora letto i giornali. Nella mia città abbiamo appena vinto il comune, sono felice, ma la voglia di stacare è fortisima. Riparto, sono le 10:00 e sono quasi a napoli e fa un caldo del cazzo.
Il sud è bellissimo. Oggi è anche di sinistra, ma palermo è lontana... la mia meta.
Torna all'inizio della Pagina

Diego
Moderatore



15 Messaggi

Inserito il - 20 giugno 2004 : 01:38:28  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Diego  Modifica Messaggio Invia a Diego un Messaggio Privato  Rispondi Quotando  Visulaizza l'indirizzo IP dell'Utente  Elimina Messaggio
Mi ricordo di una vecchia idea.... Inizia a profilarsi un'idea, una meta.... Debbo cancellarla... mete non ne voglio
Matureranno: se è il caso: ma se inseguo l'idea e la depuro della meta? forse,,,, nuvole nuvole che con lo smog sorpasso. Palermo la salto. Il che mi fa problemi. correre troppo in fretta pùò annoiare. Io conuque leggo di un traghetto per Tunisi. Ma partirebbe domani ciao


Modificato da - Diego in data 20 giugno 2004 01:41:00
Torna all'inizio della Pagina

Diego
Moderatore



15 Messaggi

Inserito il - 20 giugno 2004 : 16:16:18  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Diego  Modifica Messaggio Invia a Diego un Messaggio Privato  Rispondi Quotando  Visulaizza l'indirizzo IP dell'Utente  Elimina Messaggio
Avrei visto effettivamente scorrere lo smog più rapidamente delle nuvole se avessi preso quel traghetto. Destinazione Palermo... come da meta iniziale. Destinazione Tunisi, come da idea sopravvenuta. Così non faccio. Il mio portafogli è abbastanza pieno: grazie a quella scelta compiuta prima di iniziare questo strano viaggio. Mi dirigo verso lo sportello della compagnia di navigazione. Al suo interno un uomo piuttosto grosso. Con una canottiera bianca, che ingrandisce il fisico. Facendolo più possente. Alle sue spalle, miracolosamente ancorata af una seggiola girevole dotata di un poggia schiena esile, la camicia azzurrina che quell'uomo doveva avere indossato. Gli chiedo informazioni sul prezzo del traghetto per Tunisi. Una persona più quella vecchia peguout 206 che mi ritorovato ancora scheggiata nel parabrezza. e sempre a causa di quella scelta compiuta all'inizio di questo strano viaggio. Lo sportellista eccentrico e vociante non si sofferma sul costo del biglietto, sembra quasi avere capito le mie esigenze: dettate dall'incertezza. Mi segnala un ottima pizzeria, ottima, nel quartiere del Vomero. Mi dice di non aver fretta. Il traghetto parte domani alle 14.30 e per i bigllitti posti ce ne sono. Solo tu e qualche immigrato, commenta, potreste essere disposti a pagare per una vecchia nave puzzolente più del biglietto aereo.....
Il caldo fa per andarsene... Cadono gocce di piggia... mi allontano senza replicare
sapendo cosa dovrò fare nelle prossime ore...

Modificato da - Diego in data 20 giugno 2004 16:19:43
Torna all'inizio della Pagina

alicia
Membro



11 Messaggi

Inserito il - 27 giugno 2004 : 13:28:55  Mostra Profilo  Modifica Messaggio Invia a alicia un Messaggio Privato  Rispondi Quotando  Visulaizza l'indirizzo IP dell'Utente  Elimina Messaggio
mi allontano, sguardo basso, gioco al non calpestarele riche del marciapiedi, torno bambina, torno ai soliti scleri quotidiani..
ahi!!
-scusa, ma non guardavo mentre camminavo-
-figurati-
Alzo lo sguardo, ma non osservo
-sapresti percaso dirmi dove posso mangiare una buona pizza?-
ed osservo.
-direi che invece della pizza, potresti venire a provare il tango, dall'accento non sei di qui, ma ti voglio far provare il tango del sud, vieni, andando mangiamo qualcosa...
Diffidenza... diffidenza del nord, diffidenza della donna, non parlare con gli estranei, questo vuole sicuramente provarci...
ma no, sei la solita.. il tango però che figata... devo prendere il traghetto domani... mi devo alzare presto... la coda...ma no non devi mica prenderlo domani, rilassati, il viaggio è il suo percorso, e dopo pochi secondi..
- ma guarda domani devo prendere il traghettp, magari vengo ma ci sto poco...
Ci incamminiamo insieme lungo le strade umide del porto, ha lo sguardo gentile, a pelle non intimorisce, arriviamo davanti ad una porta di latta, da cui escono voci e musica, odore di sigarette, caldo soffocante.
Sul soffito due ventilatori, ansimano, e sotto tre coppie, uomimi e donne, uomimi e uomini, donne e donne, pelli sudate, acrobazie amorose.
Occhi buoni mette la sua mano sulle mie spalle e mi dice: e dai rilassati, andiamo!-
Torna all'inizio della Pagina

rob
Nuovo Arrivato



9 Messaggi

Inserito il - 07 novembre 2004 : 00:02:15  Mostra Profilo  Modifica Messaggio Invia a rob un Messaggio Privato  Rispondi Quotando  Visulaizza l'indirizzo IP dell'Utente  Elimina Messaggio
Mi risveglio che sono le undici. Il mio corpo è staccato dal suo. All'agitazione per il traghetto perso subentra la calma. Ed una certa felicità. Il traghetto è perso. La mia memoria confusa ed entusiasta, mi assicuro del mio portafoglio, ancora pieno grazie a quella scelta compiuta prima di intraprendere il viaggio, che è in pieno svolgimento. Il traghetto per Tunisi è già partito, starà probabilmente circumnavigando la Sicilia. Beato lui, ma anch'io.... Esco dalla casa facendo silenzio. E c'è in ciò un po' di maleducazione, specie se penso a come poco prima eravamo entrati vocianti e danzanti...
Fuga è maleducazione?
Tra questi pensieri e ricordi faccio le scale a chiocciola di quell'appartamento di Napoli.....
mi fermo a comprare una pizza fritta, quella che avevo in mente dal giorno prima, mangio in velocità, così sulla mano destra resta solo un cartone olioso e su quella sinistra le chiavi della mia Pegeaut 206. Metto in marcia, non controllo guide o cartine, procedo ricordando che anche da Trapani dovrebbe partire un traghetto per Tunisi.....
Apro il finestrino dell'auto, ricordi belli e recenti sopravvengono, annuso il mare con l'intenzione di tenerlo sulla mia destra...
incotrerò prima la Basilicata e poi la Calabria......
Ma forse ho lascito trapelare la mia vera identità? Con la bocca asciugo l'olio della pizza fritta che un po' bagna il mio polso. Pazienza. Per radio sento qualcuno che dice di non fidarsi delle apparenze. Perché l'anima è l'uomo e l'immagine è invece il suo contrario....
Mi accorgo che il vetro dell'auto è scheggiato. Un taglio piccolo di dimensione inferiore ai due euro...
Ci vuol altro per agitarmi

Modificato da - rob in data 07 novembre 2004 00:08:45
Torna all'inizio della Pagina

alicia
Membro



11 Messaggi

Inserito il - 24 dicembre 2004 : 21:48:19  Mostra Profilo  Modifica Messaggio Invia a alicia un Messaggio Privato  Rispondi Quotando  Visulaizza l'indirizzo IP dell'Utente  Elimina Messaggio
mi perdo e mi riperdo, nella guida, guardando, senza osservare la strada che corre veloce. E' bello questo senso di sbandamento... è bello non avere meta e non preoccuparsene. Perchè sono partita? Forse per sradicare tutta quella sofferenza, forse per ricordarmi che poi vivere è altro.
- Porca putt..-
Piede destro, rumore assordante, tachicardia, adrenalina, odore acre, esco, tremo e vedo lei, fragile ed impaurita con un cartello a spray tra le mani..
-scusa ti ho visto all'ultimo momento, ho preso paura. stai bene?-
La piccola hippy, mi guarda e ride, - mi sa che sei un pò esaurita tu, di certo-
La guardo con sorriso imbecille, e dentro di me penso che oltre a hippy è anche un pò stronza. Eppure il senso di colpa è più forte del fastidio, e preciò le chiedo: -dove stai andando?-
-In una piccola isola vicino alla Sicilia, fra cielo e mare-
Le raccolgo lo zaino e il cartello spray -Dai andiamo-
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva Category Locked Modifica Discussione Elimina Discussione Nuova Discussione Rispondi
 Nuova Discussione  Nuovo Sondaggio Nuovo Sondaggio
 Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
© 2004 markos.it Torna all'inizio della Pagina
Pagina elaborata in 1,04 secondi. Snitz Forums 2000

Quaderni di Viaggio | Gli screen saver di Markos.it