Viaggiare per piacere: quando lo spunto nasce dal web

di Irene –   
Il viaggio e le proposte di divertimento della Rete  
 I viaggi e il turismo sono una delle certezze della Rete. 
Sì, perché nonostante viaggiare sia un’attività che comporta,  inevitabilmente, uno spostamento fisico – ma talvolta anche di fantasia – è pur vero che si tratta di un settore rilevante anche nell’ambito del web, che tante volte – si pensi al fenomeno dell’e-commerce – consente di connettere in modo utile ed efficace la realtà di tutti i giorni al virtuale.

Lo dimostrano, del resto, i dati che provengono dall’impatto del settore dei viaggi sull’e-commerce.


Posto che tale impatto deriva da numerosi fattori sociologici, politici e di attualità, non sempre prevedibili – si pensi all’influenza negativa, ad esempio, del recente Coronavirus sui dati del turismo nazionale e internazionale – è pur vero che l’e-commerce ha dato una spinta importante al turismo stesso, sia in Italia che in tutto il resto del mondo.

I dati dell’ultimo periodo, rispetto alla relazione tra turismo e commercio in via elettronica sono particolarmente significativi, visto, che, secondo i recenti dati diffusi da Unioncamere in ambito del BTO (Buy Tourism Online):

Ma quali sono i vantaggi offerti dalla Rete rispetto alle prenotazioni effettuate dai viaggiatori?

Innanzi tutto è importante l’apporto dei vari siti di comparazione e prenotazione (TripAdvisor e Booking, su tutti), che consentono agli utenti di destreggiarsi tra le infinite possibilità di proposta del web, eseguendo ricerche distinte per parametri come ad esempio il prezzo, e permettendo loro di regolare la scelta in base alla recensioni degli altri avventori.

Ma importanti sono anche gli apporti introdotti dai vari blog e siti specializzati nel turismo e nella pubblicazione di racconti di viaggio, molto utili per comprendere le esperienze reali dei viaggiatori e dei visitatori, ma anche per orientarsi – oltre che nella scelta dell’occasione migliore – nei vari aspetti pratici che un viaggio o una semplice gita, inevitabilmente, comportano.

Gli spunti che nascono dal web per un viaggio, dunque, sono molteplici.



E passano anche dalla curiosità e dalle singole passioni.

Spesso la Rete infatti mette in connessione le proprie risorse con le esigenze dei viaggiatori.

Si pensi al turismo settorializzato, come può esserlo quello legato al cinema, alla musica, al gioco.

In questi ambiti le proposte della Rete sono innumerevoli, tanto che, soltanto in campo cinematografico, è nato il nuovo termine di “cineturismo”, ovvero quello connesso alla visita delle location dei film o dei telefilm famosi e amati dal pubblico, da Harry Potter al Signore degli Anelli, fino a Twin Peaks.

Che dire poi del gioco e delle scommesse online, altri comparti di rilievo per l’e-commerce?

Nel primo caso il settore ludico è alla base delle fiere di settore più visitate in Italia, come ad esempio il Lucca Comics & Games e altre, ma anche della visita verso i palazzi storici ospitanti i casinò – che peraltro spesso hanno fatto da cornice a film di successo -.

Per quanto concerne invece il betting, la relazione tra luoghi e operatori è in alcuni casi piuttosto stretta, tenendo conto che, pur trattandosi di nuovi siti per le scommesse, alcuni bookmaker sponsorizzano il Torino Calcio, l’Everton, il Southampton, favorendo dunque un interesse reale verso lo sport e la sua condivisione in senso fisico.

La stessa fruttuosa relazione tra web ed eventi reali, vale per il cosiddetto “turismo musicale” legato agli interessi principali di coloro che viaggiano per seguire concerti ed eventi dedicati.

Le mete più ambite dai turisti in cerca di divertimento.

Il caso del cinema

Non può mancare – visto l’interesse generalizzato – una classifica rispetto alle mete predilette dagli utenti per riuscire a coniugare i viaggi con le proprie passioni personali, tra cui spicca appunto quella del cinema.

I cinefili, ad esempio, sono particolarmente attratti da luoghi come la Nuova Zelanda (dove appunto, a Matamata, si può visitare il villaggio ricostruito di Hobbiton, location del Signore degli Anelli), ma anche da Hallstatt – borgo nei pressi di Salisburgo, che ha ispirato la cittadina di Arendelle in Frozen– .

Oppure, per restare in Italia, gli amanti del cinema sono sempre più incuriositi, ad esempio, da mete come Rocca Calascio (Abruzzo) che ha fatto da sfondo a film quali LadyHawke e Il nome della Rosa, oppure da Matera, i cui sassi hanno fatto da cornice a film come La Passione di Cristo di Mel Gibson e Basilicata Coast to Coast.

Commenti al racconto

avatar

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.